Essere affascinanti: stai attenta a non rovinare tutto (7 avvertenze per te)

In questo articolo parliamo di come essere affascinanti per il proprio partner, nella relazione e all’inizio della relazione, quando il corteggiamento è appena cominciato, si inizia a frequentarsi e si inizia a conoscersi. A dire la verità, attrarre un uomo, fare in modo che inizi un contatto e un approccio non è poi così difficile. Spesso accade in modo naturale e spontaneo. Fa parte della vita e delle modalità di relazione fra esseri umani.

"La simpatia è l’ABC dell’amore. Baltasar Gracián y Morales"

Essere affascinanti dopo i primo approccio, in modo che la relazione si consolidi e continui in modo sano e soddisfacente e si evolva, invece, per una serie di ragioni, risulta difficile a molte donne perché in loro, a un certo punto del percorso, scatta la spinta ad avere comportamenti controproducenti. Cioè: nelle prime fasi di una relazione molte donne “pasticciano” e si “incasinano” e rischiano, semplicemente, di rovinare tutto. Nel senso che rischiano di non capire nemmeno se quella che hanno per le mani è la relazione giusta per loro e di confondere tremendamente le carte prima che si faccia chiarezza e rimanendo, poi, se tutto finisce in gran velocità (come spesso acacde), con un gran senso di colpa, tanti rimorsi e rimpianti. Tutto un grande spreco.

Saranno le coincidenze, saranno le mode (no, non è vero, non è una moda), sarà il fatto che dietro a risultati simili ci sono comportamenti simili, fatto sta che in queste ultime settimane le mie lettrici e le mie clienti (alcune mie lettrici e alcune mie clienti in particolare) mi hanno fatto molto pensare a che cosa significa per davvero essere affascinanti, amare ed essere amati.

Cosette da poco, mi rendo conto :) . Proprio per questo, come abbiamo detto, oggi parleremo di che cosa significa essere affascinanti e ricche di quel fascino che non solo attrae eventuali partner, ma che nutre la relazione e le permette di durare nel tempo. Questo articolo è dedicato a spiegare come essere affascinante in modo che il tuo partner continui il corteggiamento e voglia stare con te, impegnandosi a creare una relazione stabile e duratura.

Essere affascinanti è diverso dall’essere asfissianti

Mi spiego un po’ meglio: come stavo dicendo, di recente alcune lettrici e alcune clienti, tutte con un buon livello di autoconsapevolezza, mi hanno chiesto aiuto per un “problemino” che ritengono di avere nelle relazioni. Appena un uomo minimamente interessante si palesa al loro orizzonte e mostra a sua volta un pochino di interesse nei loro confronti, invitandole a uscire, contattandole al telefono o via sms, ecco qua che loro, le signorine, perdono il controllo e diventano insopportabilmente asfissianti. E non riescono per niente a essere affascinanti, anzi, perdono del tutto il loro fascino diventando persone dalle quali, se si è sani ed equilibrati, è meglio allontanarsi e scappare a gambe levate.

Tant’è – ed eccoci alle conseguenze “nefaste” del “problemino” – che il partner potenziale si allontana o, peggio, assume gli atteggiamenti più insopportabili in reazione al comportamento asfissiante della signorina in questione. Già, perché facciamolo presente: quando si assumono comportamenti disfunzionali, non produttivi, negativi – definiscili come vuoi – il problema più grave non è che il potenziale partner se ne vada, ma che resti e sguazzi nella relazione disfunzionale, proprio perché disfunzionale, alimentandone l’orrore e la disfunzionalità. Orribile. Eppure succede davvero tanto spesso. Ecco perché è importante assumere dei comportamenti che permettano di essere affascinanti in modo genuino, perché persone affascinanti attraggono persone affascinanti e persone problematiche e rompiscatole attraggono persone problematiche e rompiscatole.

Se non ci hai mai pensato, segnatela, questa, che è importante. E se vuoi chiarirti ulteriormente le idee su alcuni meccanismi “segreti” dell’attrazione, che se “scoperti, consentono davvero di essere affascinanti, scarica e leggi la mia guida gratuita Come Attrarre la Persona Giusta per Te in 11 Passi.

Essere affascinanti: gli atteggiamenti rovinosi

Abbiamo già spiegato che tu NON sei i tuoi errori e tu NON sei i tuoi atteggiamenti e i tuoi comportamenti. E’ proprio perché tu non sei i tuoi errori, i tuoi atteggiamenti e i tuoi comportamenti che ha senso e significato acquisire consapevolezza e crescere: diventare consapevole significa saper distinguere e riconoscere i pensieri, gli atteggiamenti e i comportamenti utili da quelli non utili e dannosi e scegliere, con consapevolezza, appunto, come agire per il proprio interesse e per il proprio benessere. Anche questo serve a essere affascinanti. Anzi serve moltissimo a essere affascinanti.

"Se non hai simpatia per te stesso, non puoi avere simpatia per gli altri. Robert Anson Heinlen"

Comunque veniamo alle storie sulle’essere afafscinanti che mi hanno colpito, anzi, alla storia tra le altre che mi ha colpito di più, in questi ultimi giorni. E’ la storia di una mia cliente, appunto . Una ragazza di meno di trent’anni – la chiameremo Paola – , che è riuscita ad avere successo in ogni area della sua vita. In tutte le aree della sua vita, tranne una. L’amore. Almeno finora. Perché in effetti ora ha raggiunto una piena consapevolezza di un suo comportamento assolutamente dannoso alla buona qualità delle sue relazioni di coppia.

Cioè: lei è una ragazza, bella, sveglia, che ha un gran bel lavoro e lavora tantissimo, con soddisfazione. Siccome è bella e sveglia e simpatica, non ha problemi ad attrarre uomini nella sua vita. Il problema è che appena appena un uomo le si avvicina, appena appena ci esce un paio di volte e comincia il corteggiamento, ecco che lei parte per la tangente, diventa insistente, pretende mille attenzioni (probabilmente non sa nemmeno lei quali esattamente), messaggia compulsivamente, fa domande e richieste continue, spesso confuse e senza un concreto obiettivo, cercando conferme esasperanti rispetto all’interesse del partner per lei e alla sua voglia (che deve essere totale, assoluta, invincibile) di esserle dedito e fedele.

"Non è spesso l’aspetto fisico che ci attrae, ma sono i modi di fare di una persona. Marilyn Monroe"

Paola mi ha colpito per la lucidità, l’obiettività e anche l’ironia con le quali descrive i suoi atteggiamenti asfissianti. All’inizio del nostro lavoro, in una serie di mail che mi ha scritto, Paola ha motivato i propri atteggiamenti con la sua mancanza di autostima. Secondo me c’è di qualcosa di più e di diverso. Probabilmente, più che una mancanza di autostima, c’è un totale fraintendimento di che cosa siano la seduzione, l’amore, l’essere amati. In sostanza di che cosa sia una relazione sana tra due persone.

Essere affascinanti: gli atteggiamenti utili

Insomma, se si vuole una relazione d’amore, ci deve essere amore. Almeno un po’, dico io. Che poi non deve essere il grandissimo amore, ma almeno curiosità, interesse, attrazione per l’altro. Sennò che ti metti a fare con una persona? Solo per cercare un sostegno e un appoggio per arginare la tua insicurezza? Se è così, accidenti, dalla tua storia non caverai niente di buono, sempre che la tua storia duri. E, su queste basi, ripetiamolo, sarebbe meglio che non durasse, perché sarebbe una storia disfunzionale. Anzi, non sarebbe proprio una storia. Altro che essere affascinanti e attraenti.

Insomma, non ci deve essere solo l’”io-io-io”, ci deve essere anche un briciolo di “tu” e di “noi”. Invece ogni tanto ho la sensazione che molte donne che soffrono per amore, soffrano non proprio per amore in realtà, ma perché considerano l’amore, la relazione e il partner come un mezzo per colmare dei vuoti interiori (e magari non solo interiori) che le tormentano e che le ossessionano. E per questo diventano stolidamente e stupidamente asfissianti, anche contro il loro proprio interesse. Dato che smettono totalmente di essere affascinanti. E si trasformano da regine e principesse in streghe.

"Non esiste difesa contro il senso naturale dell’attrazione. Algernon Swinburn"

Queste signore si comportano un po’ come se la relazione non fosse interessante in sé e per sé e come se la persona non fosse interessante in sé, ma come se la relazione e il partner fossero lo strumento e il mezzo per raggiungere altri scopi, emotivamente parlando. E se accade questo, succede che si sta usando la persona e la relazione, dimenticandosi del valore e del rispetto della persona e della relazione e mettendo avanti a tutto i propri bisogni, le proprie angosce e la propria ansia. E questo non permette di essere affascinanti, neanche un po’. Non permette di avere una vita sentimentale appagante, ma alimenta il senso di vuoto.

Essere affascinanti: 7 aree di influenza

Quindi quali sono gli atteggiamenti da evitare, se si vuole essere affascinanti e non si vuole trasformarsi in streghe respingenti e cattive? Quali sono gli atteggiamenti da fare propri? Ho individuato 7 aree “calde” sulle quali concentrare la tua osservazione e sulle quali è importante avere il pieno controllo per evitare di assumere quegli atteggiamenti odiosi e distruttivi che spesso le donne mettono in atto inconsapevolente. Leggi l’elenco con attenzione.

1) Per essere affascinanti è il caso di lasciare andare la mania del controllo, cioè l’ossessione che l’altro debba fare solo ed esclusivamente quello che va bene a te e nel modo che va bene a te e null’altro. Controllare gli altri è una sfida impossibile, crudele, inumana. Che non ha nulla a che vedere con l’amore

2) Per essere affascinanti è il caso di non usare la manipolazione, cioè quell’insieme di atteggiamenti, parole, comportamenti che hanno come obiettivo quello di far fare agli altri quello che vogliamo noi e di non lasciarli vivere la loro vita per sé e in libertà. La voglia di manipolare è figlia precoce della mania del controllo e vorrebbe ridurre gli altri a burattini del proprio teatro personale. E’ insano, folle, distruttivo.

3) Per essere affascinanti è meglio vivere la relazione per come è e per come si sviluppa (sempre che ti piaccia come è e come si sviluppa, sennò basta andarsene) e non essere concentrate e indaffarate esclusivamente nel costringerla in binari “ideali” e irrealistici, cioè slegati dalla realta. In altre parole: ci sono donne che non hanno la minima idea di come sia una bella relazione e nel contempo hanno mille idee in testa su come secondo loro dovrebbe essere una relazione “ideale” e, quando vivono un relazione, non la vivono come è, ma desiderano solo trasformarla in come dovrebbe essere. Il problema è che molto spesso quel “come dovrebbe essere” è solo nella fantasia e non ha nessun riscontro reale.

4) Per essere affascinanti è più utile spostare l’attenzione dall’ossessiva necessità di avere continue conferme del proprio valore, del proprio fascino e del proprio merito, all’amorevole osservazione di se stesse per comprendere i propri bisogni imparare a soddisfarli in modo sano e produttivo. E’ tanto importante che il mio percorso I 7 Pilastri dell’Attrazione è proprio mirato a ottenere, facilmente, questo risultato.

5) Per essere affascinanti è estremamente utile offrire il meglio della tua attenzione all’altro. E per attenzione intendo avvicinamento graduale, curioso e disincantato, interesse genuino, voglia di esplorare e di crescere insieme. Ci vuole trasporto. Insomma: se sei tormentata dalla paura di stare sola, dal senso di vuoto e dal bisogno di attenzione, di fatto sei accecata e l’altro nemmeno lo vedi. E ci passi sopra come un caterpillar. Questo atteggiamento non può avere conseguenze positive, mai.

6) Per essere affascinanti è fondamentale concentrarsi su se stesse, sulla propria vita e sul cambiamento in positivo di se stesse e della propria esistenza (che è ben il contrario della manipolazione e della mania del controllo). Vuoi che la tua relazione duri? Investi le tue energie nel 50% che ti riguarda direttamente e sul quale hai davvero totale pootere di influenza.

7) Per essere affascinanti è molto utile smettere di considerare la vita (e le relazioni con gli altri) come sfide continue, dove ci sono vincitori e vinti, vincenti e perdenti. La seduzione, l’attrazione, il rapporto di coppia vanno vissuti come scambio e scoperta reciproci, crescita personale, crescita comune, esperienza inedita. Se vuoi, anche, divertimento e gioco. Queste fasi le spiego bene nel mio percorso Come sedurre un uomo senza stress che molte lettrici hanno definito “illuminante”, proprio perché fa piazza pulita di alcuni miti distruttivi sulla seduzione e rivela nuovi modi arrichenti e utili per relazionarsi.

Insomma per essere affascinanti e per realizzare relazioni di valore con persone di valore, è utile vivere queste relazioni investendo le risorse necessarie, nella giusta direzione e sul giusto obiettivo e, soprattutto, adottando un atteggiamento mentale e dei comportamenti che probabilmente sono rivoluzionari e totalmente “nuovi” rispetto al tuo consueto modo di pensare, sperimentare e interpretare l’amare e l’essere amata. Questo è, in ogni caso, il cambiamento fondamentale che puoi fare per te, la straordinaria scoperta che ti devi e quella che ti porterà i risultati migliori in assoluto.

Approfitta di un’altra risorsa a tua disposizione: la pagina Facebook de La Persona Giusta per Te sulla quale pubblico regolarmente riflessioni, domande e opinioni. Metti il tuo “Mi piace”.

Lascia un Commento!

246 Commenti

  1. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (17 maggio 2015 14:16)

    @ Helen, ancora: ma quali commenti stizziti? In coda? Ma che dici?! Va' in giardino e respira a pieni polmoni, lascia perdere il passato, che non è né archeologia né antiaquariato e sul mercato non ti danno nulla. E lascia perdere anche il passato prossimo e tutto ciò che è anteriore.
    7
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di Gea

    Gea 2 anni fa (17 maggio 2015 15:36)

    @ Ilaria: grazie, quello che hai spiegato l'ho vissuto sulla mia pelle: su una base depressiva si era innestata una relazione distruttiva che mi aveva trasformata nell'ombra di me stessa. Se avessi ascoltato me stessa, e non delle voci amiche totalmente ottuse, sarei riuscita a scappare prima che la situazione degenerasse. Comunque, seppure dopo molti anni, sono risorta! :-) I tempi di reazione sono lunghi, il cammino é faticoso, ma si puo' venire fuori da una situazione solo in apparenza senza uscita.
    10
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (17 maggio 2015 18:21)

    @ Gea, concordo pienamente e detto in sintesi estrema la funzione di questo blog è proprio quella di opporsi alle famose voci amiche e di essere di sostegno a chi, in crisi, perde il ben dell'intelletto. Si risorge, si risorge eccome, potrei fornire il certificato di garanzia. Ma c'è un ma: bisogna fare un percorso, bisogna e questo percorso è una rivoluzione personale. E quando è compiuto, è tutta un'altra vita.
    10
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di valentina.maidiremai

    valentina.maidiremai 2 anni fa (24 maggio 2015 15:28)

    buon giorno, il tema è stato dibattuto ampiamente ma mi piacerebbe condividere questa mia difficoltà e ricevere ancora qualche consiglio... sono una 48 enne che tende a sottovalutarsi probabilmente, e già adesso che lo sto scrivendo mi viene in testa la vocina che dice "perche dici SOTTO valutarsi? non vali il massimo e quindi ti valuti adeguatamente cioè ti reputi una donna nella media... insomma faccio la mia vita, penso di avere anche delle cose da dire ma perchè queste cose non riesco mai a dirle? e soprattutto perchè non riesco ad essere spontanea e affascinante come vorrei soprattutto con l'uomo che mi piace? perchè come compare all'orizzonte mi si svuota il cervello e mi pare di non aver niente da dire in confronto ai suoi interessanti argomenti, rispetto ai miei di mamma - quasi ex moglie - lavoratrice - donna impegnata nella battaglia di tutti i giorni? non ci sono consigli, o meglio ne leggo molti e mi sembra di essere sulla strada giusta e poi TRAC ci ricasco a sentirmi una imbranata e a dire quello che penso piaccia a lui e agli altri!!
    1
    Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

  5. Avatar di Vale

    Vale 2 anni fa (24 maggio 2015 16:20)

    Ciao Ilaria! è da un sacco che non vengo qui sul sito! non l'ho fatto perché in questo periodo della mia vita ho capito davvero tante, tantissime cose! e leggere i tuoi articoli dopo anche le ultime esperienze di vita che ho fatto mi conferma che forse sono davvero maturata tanto nonostante la mia giovane età (sui trenta). Sto veramente bene! non controllo la persona per cui ho un interesse, la sento con regolarità ma la vivo e basta non distogliendo l'attenzione su me e me che vive da sola! ti volevo comunque ringraziare, lo faccio credo ogni volta che ti scrivo ma il tuo sito è davvero meraviglioso se lo si legge con, anche qui, il giusto atteggiamento mentale e non solo! ciao :)
    1
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  6. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (24 maggio 2015 16:37)

    @ Vale: grazie mille, complimenti e in bocca al lupo!
    3
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (24 maggio 2015 16:50)

    @valentina.maidiremai: ma mi sembra che le tue domande dipendano tutte da una gran paura del giudizio e del giudizio degli altri e non provengano da un vero desiderio di godersi la vita.Cambiare prospettiva?
    3
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ramona

      Ramona 2 anni fa (29 giugno 2015 8:37)

      Ciao Ilaria, ho acquistato i tuoi percorsi già qualche mese fa. Ieri pomeriggio ho ripreso ad ascoltare attentamente il percorso "Come sedurre un uomo senza stress né per te né per lui", di modo che possa cogliere quei particolari che solo un ascolto attento può garantire. Ammetto che mi era sfuggito un passaggio: ad un certo punto, nella fase di conoscenza, quando la relazione è iniziata, ma non è ancora diventata un impegno serio, consigli vivamente di uscire contemporaneamente anche con altri uomini ( e ne spieghi le valide motivazioni). Premetto che a questo non avevo mai pensato, e quindi non l'ho mai messo in atto, ma comincio a realizzare si tratti di un comportamento giusto. Mi sorge solo un piccolo dubbio: non si rischia di essere etichettate male qualora si dovesse mettere in pratica questo atteggiamento? Grazie tante Ramona
      1
      Rispondi a Ramona Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (29 giugno 2015 11:42)

      A parte che bisognerebbe fregarsene di come le persone ci etichettano (anche se poi al riguardo della propria "fama" io faccio altre considerazioni), quali sarebbero le "buone ragioni" per essere etichettate male? Se non sei impegnata con una persona, stai solo dimostrando che frequenti altri uomini, che non sei esclusiva in quel momento e che valuti attentamente quello che vale per te. Agli occhi di chi sa riconoscere il valore e la capacità di darsi valore questo semmai dice che tu sai dare valore a te stessa. Gli altri, pensino quello che vogliono. Tanto lo farebbero in ogni caso.
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Claudia

      Claudia 2 anni fa (30 giugno 2015 23:06)

      E per chi ha poche o nessuna occasione di uscire con i ragazzi come fai ad avere idea di cosa voglia dire avere un rapporto con un uomo? Impari se fai esperienze, facile a dirsi per chi ha opportunità di uscire con più ragazzi, ma quando non esci nemmeno con uno e fino ad ora ne hai conosciuto uno, o mezzo, come fai a crescere e fare esperienza del sesso maschile? Non so se mi spiego...rimani una principiante a vita con tutti i danni del caso
      1
      Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (1 luglio 2015 0:28)

      @ Claudia: e quindi? Che te ne fai di questa considerazione? A che ti serve?
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 2 anni fa (1 luglio 2015 8:32)

      Ciao Claudia, scusa se mi permetto ma quanti anni hai?
      0
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  8. Avatar di Alisia

    Alisia 2 anni fa (7 agosto 2015 22:40)

    Ciao Ilaria rileggevo questo articolo, in realtà tutti i giorni rileggo almeno un tuo articolo o più di uno. Il mio problema è questo...io non riesco proprio ad attrarre nessuno...non è che faccio scappare un uomo potenziale, non ho proprio nessun corteggiatore ultimamente. Lavoro, esco con le amiche, mi occupo dei miei hobby, non mi trascuro....insomma mi occupo di me stessa....cerco di non pensarci ma alla fine me la pongo spesso questa domanda...che fare?
    0
    Rispondi a Alisia Commenta l’articolo

  9. Avatar di Luisa

    Luisa 2 anni fa (21 novembre 2015 13:57)

    Ciao Ilaria, leggere i tuoi articoli mi apre ogni volta un altro cassettino da svuotare dalle cose negative! Proprio ultimamente un uomo che mi interessava molto (in verità ci penso ancora) si è allontanato definitivamente e non mi corteggia più. Mi rivedo in alcuni comportamenti di cui hai scritto e sono consapevole di aver rovinato la possibilità di conoscerci meglio, non saprò mai come sarebbe andata a finire la conoscenza e intanto sono piena di rimorsi. La consapevolezza che sto maturando spero che mi faccia essere pronta per la prossima occasione, con lui se si facesse vivo (una speranza forse vana) oppure con un altro uomo.
    -2
    Rispondi a Luisa Commenta l’articolo

  10. Avatar di gabri

    gabri 2 anni fa (30 gennaio 2016 17:44)

    Ciao Ilaria, grazie per la tua saggezza, che mi fa intravvedere crescita e nuovi percorsi. Nella vita ho vissuto diverse storie. Da tre anni ho concluso la più importante, una convivenza con un narciso. Sono riuscita a chiudere e non ti nego che mi sono sentita forte, così come in tutte le storie vissute dopo. Forte, felice e concentrata su di me. Capace di mettermi in gioco, rimanendo nel mio. E non ho mai più sofferto. Fino a due settimane fa, quando arriva una persona nuova. Certo, ho notato fin da subito la stranezza: dopo la prima uscita mi inviava almeno dieci messaggi al giorno. Arriviamo alla seconda, di uscita, che va bene, come la prima. Mi offre una cena e ci lasciamo, in confidenza, senza dirci nulla. Io felice di questo clima rilassato e sereno, molto orgogliosa di me, certa di potermi gustare altro tempo con questa persona per poterla conoscere meglio. Ebbene... dal giorno seguente, il nulla. Gli scrivo, lo ringrazio per la bella serata e rilancio io un invito. Lui mi dice, ok ma sono impegnato tutte le sere, ci mettiamo d'accordo per il fine settimana. Io ribatto dicendo che il fine settimana sarei stata via, e di farsi sentire se lo avesse desiderato o se si fosse liberato. Non ho mai ricevuto risposta (e ovviamente non ho più scritto) . Sai che c'è? Che nonostante razionalmente capisca che devo ringraziarlo per avermi detto col silenzio di non essere interessato a me, di base vivo un momento di grande insicurezza... quale è la mia capacità di riconoscere i segnali? di capire cosa mi sta dicendo chi ho di fronte? e' zero, lo dicono i fatti. Da un interesse certo a un disinteresse certo, in una notte. Non sono stata bisognosa, sono stata me, una me che mi piace. E durante la cena lui proponeva diverse attività da fare in futuro (il prestito di un libro, una gita...) Non ero preparata a dover smontare di nuovo le mie capacità... Ti scrivo per avere una tua opinione, non riesco ad andare oltre, ho la testa piena di dubbi. Non potrò mai sapere cosa sia successo ma mi spiace non aver capito nulla di quella serata. Mi sono anche chiesta se il mio inconscio abbia sentito che qui c'è di nuovo un narciso e riconosca vecchie dipendenze.. non so cosa pensare...
    0
    Rispondi a gabri Commenta l’articolo

  11. Avatar di Bianca

    Bianca 2 anni fa (30 gennaio 2016 22:01)

    Credo che molti degli atteggiamenti sbagliati nascano e si alimentino dando importanza a chi non è da considerare...
    2
    Rispondi a Bianca Commenta l’articolo

  12. Avatar di gabri

    gabri 2 anni fa (30 gennaio 2016 19:03)

    ah mancano due pezzi per completare il quadro: ho rilanciato con invito a cena perché ha speso davvero molto. E durante la prima settimana, prima del secondo incontro ha continuato a invitarmi a fare cose via messaggio, dicendo che si sarebbe anche liberato dai suoi impegni. Quindi non si tratta di rispettare gli impegni altrui...
    0
    Rispondi a gabri Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 2 anni fa (31 gennaio 2016 8:47)

      Ciao Gabri, una cosa simile è successa anche a me qualche anno fa. Siamo usciti, serata molto carina, lui che mi pianifica tutta la settimana con attività da fare insieme: cinema, mostre, ristoranti. E dal giorno dopo totalmente cambiato, quasi infastidito...Sai cosa ho scoperto: che lui era così con tutti, totalmente succube dei suoi cambi umorali, scostante e inaffidabile. Dietro all'aria da bravo ragazzo, un mezzo pazzo! Per fortuna, ho perso dietro a questa persona solo una settimana!! Un'altra ragazza che conosco, si è incaponita, e gli è stata dietro più di un anno, per poi uscirne distrutta...buona giornata!
      2
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di gabri

      gabri 2 anni fa (1 febbraio 2016 9:20)

      Grazie.. Dici quindi che a volte semplicemente non c'è la possibilità di capire... Che ansia comunque, stare a cena con uno, parlare, star bene, aprirsi senza tanti pensieri. E paf... la mattina dopo sparisce... quando tu sei là a pregustare la prossima uscita. Boh.
      1
      Rispondi a gabri Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 2 anni fa (1 febbraio 2016 10:43)

      Ciao Gabri, dico che oltre al narciso, purtroppo, ci sono altre tipologie di uomo altrettanto sbagliate..come per esempio il confuso, l'incostante, quello che non sa assolutamente cosa vuole dalla vita; per cui magari un giorno pensa una cosa e il giorno dopo ne pensa un'altra totalmente opposta...E comunque, se ci pensi, non è vero che non avevi capito, perché nel tuo primo post sei proprio tu che scrivi che fin da subito avevi notato delle stranezze perché ti mandava troppi messaggi...:-) sei fortunata ad averlo perso questo!! Festeggia :-)! buona giornata!!
      1
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

    • Avatar di gabri

      gabri 2 anni fa (1 febbraio 2016 12:30)

      Festeggio! che carina, grazie, anche per aver avuto voglia di rispondere... (si si, la stranezza dei tanti messaggi e del pressing la avevo notata, ma a cena è stato equilibrato e piacevole, avevo una bella sensazione di agio.. quindi mi son detta: l'ho folgorato! l'ho colpito! ah che ingenuità... vabbeh, quanto ancora da imparare!!)
      0
      Rispondi a gabri Commenta l’articolo

    • Avatar di Sole

      Sole 2 anni fa (1 febbraio 2016 13:31)

      Si vede che a cena era nella fase positiva, poi 'poverino' avrà fatto un brutto sogno e non si è più ripreso..:-) Comunque se tu quella sera ti sei piaciuta, non ti far mettere in discussione: ti sei piaciuta. Punto. Prendi l'uscita che hai fatto con questo soggetto come palestra. Dobbiamo imparare - e lo dico forte anche a me - a non rivestire troppe troppe aspettative sulle varie uscite, sopratutto all'inizio. E comunque hai ragione, c'è tanto da imparare...d'altronde siamo tutte qui per questo!
      3
      Rispondi a Sole Commenta l’articolo

  13. Avatar di Martha

    Martha 8 mesi fa (6 febbraio 2017 2:26)

    Ciao Ilaria, ho letto questo tuo articolo e l'ho trovato davvero interessante, sopratutto perchè mi ritrovo perfettamente nella descrizione della storia che hai raccontato della donna di nome Paola. Io come lei ho questo problema, riesco ad attrarre tutti, senza nemmeno sforzarmi, in maniera naturale, ma appena decido di uscire con qualcuno, dopo qualche appuntamento, perdo il lume della ragione, perdo la lucidità, sono perfettamente consapevole di quali atteggiamenti dovrei evitare e di come dovrei comportarmi ma in nome dell'onestà finisco per seguire il mio istinto, così spaventare il qualsivoglia ennesimo ragazzo che ha a che fare con me, che automaticamente perde l'interesse e sparisce. La mia vera difficoltà è ammettere che perchè le cose vadano in maniera naturale io debba smetterla di seguire il mio istinto (il quale mi dice sempre di tirare la corda sempre troppo presto), ma mi sembra questa una sfida impossibile. Sono totalmente abbattuta, perchè vedo scappare in continuazione ragazzi per questo motivo, a volte mi sembra di non fare nulla, ma penso che lo percepiscano a pelle. All'ultimo ci tengo particolarmente perchè a differenza degli altri che avevo idealizzato mi è sembrato davvero una persona intelligente e sensibile, e sembrava anche molto preso, ma sembra che lui abbia percepito questa cosa, e abbia perso l'interesse. La domanda che io ti faccio è, esiste un modo per recuperare la situazione con una persona una volta aver commesso errori così, ovviamente dopo un percorso di coscienza che ci porti a non ripeterli? Grazie mille per la risposta, a presto.
    0
    Rispondi a Martha Commenta l’articolo