Anche tu credi di essere brutta e cattiva?

Autostima e errori delle donneQuest’oggi parliamo del pilastro principale sul quale si poggiano seduzione e attrazione: l’autostima. L’autostima è una la sensazione del valore di sé, un atteggiamento fondamentale per la felicità in amore e per la felicità nella vita. Ma anche per molto di più. La capacità di riconoscere i tuoi talenti e le tue doti, è essenziale alla riuscita della tua esistenza, nella relazione di coppia, in famiglia, sul lavoro. Anche nei tuoi passatampi preferiti. Pensi che esageri? Non esagero affatto.

"L’essenza dell’autostima è fidarsi della propria mente e sapere di meritare la felicità. N. Branden"

Sai qual è la caratteristica principale delle donne che soffrono e delle donne che amano troppo? La bassa autostima. Chi ha una buona autostima non accetta di stare con uomini sbagliati o in storie sbagliate. Chi ha un’alta autostima non aspetta di incontrare il principe azzurro per incominciare a vivere una vita vera. Chi ha un’alta autostima non rincorre un uomo che non se la fila di pezza, che non compie il primo passo o che non richiama.

Chi ha un’alta autostima non sta con uomini sposati o impegnati. Non si mette con uomini che sono sempre incerti e non hanno il coraggio di impegnarsi o con uomini che si dicono “confusi” o traumatizzati da storie passate. Niente di tutto ciò.

Autostima nulla e sentirsi un nulla

Negli Stati Uniti è appena uscita una campagna pubblicitaria che sta facendo molto parlare (sono furbi i pubblicitari e quando riescono a fare parlare di un loro prodotto senza pagare hanno fatto bingo). Si tratta di uno spot video per il sapone Dove. Hai presente? Già da tempo Dove ha cominciato a fare delle pubblicità “controcorrente” nelle quali invece di schierarsi al fianco di prodotti che esaltano la bellezza artificiosa e finta delle supermodelle ha deciso di far leva sul concetto di bellezza naturale quella delle donne normali, che lavorano, che studiano e che vivono la vita di tutti i giorni senza comparire sulle copertine delle riviste patinate, dopo un bel ritocco in Photoshop.

Per il nuovo filmato (che puoi vedere qui, in inglese, con sottotitoli in italiano) Dove questa volta ha avuto un’idea davvero originale. Ha scritturato un ritrattista forense, cioè quel professionista che di solito disegna l’identikit dei presunti criminali solo basandosi sulle descrizioni di chi li ha visti. Questo signore si è messo all’opera in questo modo: una prima volta ha disegnato il volto di una donna – senza vederla – in base alle descrizioni che lei stessa gli hai fornito. Una seconda volta in base alle descrizioni farnitegli da un’altra persona. Questo esperimento è stato fatto con i ritratti di più donne diverse.

Alla fine per tutte si è manifestato evidente un fenomeno: il ritratto fatto sulle informazioni della diretta interessata rappresentava una donna ben più brutta non solo del soggetto originale ma, soprattutto, del ritratto fatto su indicazioni di altre persone. Gli estranei hanno sempre descritto una donna più belle e più affascinante di come lei stessa si descrivesse.

E’ shoccante tutto ciò? Diciamocelo sinceramente, non ci colpisce più di tanto – anche se il video è fatto molto bene e crea un bell’effetto emotivo, di coinvolgimento e di emozione – e non solo perché fior di studiosi di psicologia sanno bene che le donne in genere hanno una bassa autostima.

Ma anche perché scommetto che anche tu sai bene quanto ti viene facile svilire te stessa e sminuirti. E non solo dal punto di vista estetico. Sono sicura che sei bravissima anche nel disprezzarti per quel che riguarda il tuo carattere, la tua voce, il tuo modo di muoverti. E ancora, non credi di essere simpatica o intelligente, carismatica o capace di trovare soluzioni. Probabilmente non sei convinta di essere particolarmente in gamba nel lavoro anche se hai fatto una bella carriera o non sei sicura di essere sveglia per quel che riguarda i tuoi studi, anche se magari hai due lauree in tasca.

Autostima: sei molto meglio di quello che credi

Allora: abbiamo le prove, scientifiche, pubblicitarie e i tuoi riscontri personali (e quelli di molte altre donne come te). Avere una bassa autostima non significa avere un basso valore. Anzi, molto spesso la bassa autostima ti spinge con tale forza a migliorare che inevitabilmente il tuo valore – nello studio, nel lavoro, anche nella comprensione degli altri e nel donare amore – aumenta e aumenta e aumenta.

Solo che, se tu non credi nel tuo valore, col cavolo che riesci a convincere davvero gli altri e – cosa più importante – col cavolo che riesci a realizzare pienamente la vita che vuoi (ho scritto pienamente, giusto per capirci).

In che modo esattamente? Di seguito ti evidenzio i sette atteggiamenti sbagliati che molto spesso assumono le donne quando non hanno stima di se stesse. Sono un’utile mappa per la tua consapevolezza personale e per tue utili riflessioni.

Atteggiamento sbagliato numero 1: la tua bassa autostima ti fa pensare di non essere all’altezza del tuo tipo d’uomo ideale e per questo stai sempre in retroguardia, non ti fai avanti e tieni un basso profilo con gli uomini interessanti dato che sei convinta che il tuo ideale sia irraggiungibile per te. In realtà questa è solo una costruzione mentale.

Atteggiamento sbagliato numero 2: la tua bassa autostima ti fa restare in storie che sai benissimo che sono sbagliate e con uomini sbagliati perché pensi di non meritarti storie giuste con uomini davvero alla tua altezza. Hai bisogno di coraggio: lo trovi dentro di te, riconoscendo quanto vali e che ti meriti quello che desideri.

Atteggiamento sbagliato numero 3: quando la tua autostima è bassa e in una relazione con un uomo qualcosa non “gira” come dovrebbe (che si tratta di primo approccio o di rapporto avviato) tendi a pensare che sia sempre colpa tua e che tu debba sempre migliorare qualcosa on in qualcosa. Questo ti stressa e non ti rende attraente. Lascia correre e soprattutto considera che tu puoi avere alcune delle responsabilità, ma altre di sicuro ce le ha il tuo partner.

Atteggiamento sbagliato numero 4: molto spesso il tuo senso di inadeguatezza e la sensazione di essere sempre in difetto ti stordiscono a tal punto che non riesci a mantenere le lucidità e l’equilibrio per  vivere e concederti al vero amore. Per amare ed essere amate è utile accettare la propria naturale e affascinante imperfezione.

Atteggiamento sbagliato numero 5: la tua bassa autostima frena il tuo potenziale seduttivo e quindi cadi nell’inganno della “profezia che si autoavvera”. Pensi di non poter trovare l’uomo giusto per te e quindi ti comporti in modo “frenato”, poco attraente. E così rischi davvero di non trovare l’uomo giusto.

Atteggiamento sbagliato numero 6: se hai una bassa autostima non riesci a esprimere pienamente i tuoi talenti e in questo modo chiudi la tua vita in limiti troppo stretti per te. Anche le tue relazioni possono soffrirne.

Atteggiamento sbagliato numero 7: la bassa autostima ti toglie la speranza nel futuro e per questo ti impedisce di dedicarti con determinazione ai tuoi progetti personali di vita, che sono essenziali per la tua felicità, oltre che per la tua felicità di coppia.

Vuoi smetterla di sentirti brutta, cattiva e non all’altezza? Continua a seguire questo blog, scarica la guida gratuita, fai percorsi che ho preparato per te, I 7 Pilastri dell’Attrazione e Come sedurre un uomo senza stress.

Lascia un Commento!

68 Commenti

  1. Avatar di Benedetta

    Benedetta 4 mesi fa (18 maggio 2017 19:10)

    Ilaria,grazie..leggo con molto interesse i tuoi post..non cerco più l'amore...ho 65 anni...ma tutto ciò che riguarda i rapporti relazionali,l'autostima,son importanti per me..ti auguro buon lavoro e ti ringrazio di tutto!!!
    2
    Rispondi a Benedetta Commenta l’articolo