Ex: 2 cose da sapere e 3 passi da compiere

Ex: le cose giuste da fareAlzi la mano chi non ha un (o una) “ex”: un ex fidanzato, una ex moglie, un ex ragazzo, un ex marito o anche un ex passione sentimentale, cioè qualcuno o qualcuna per il quale hai provato una forte attrazione mai sbocciata in una vera storia d’amore…

Tutti abbiamo un “ex”.

Quel che provi per il tuo (o i tuoi) ex determina il tuo presente e il tuo futuro sentimentale.

Nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”, dedico molto spazio alla questione di chiudere i conti con il passato: oggi vorrei considerare la cosa anche da un altro punto di vista.

Qualche giorno fa ho ricevuto questa mail: “Ciao Ilaria, sono una ragazza di 29 anni che si definisce “mediamente felice”. Ho qualche problema, come tutti, e in più mi piacerebbe tanto trovare la persona giusta per me. Ti scrivo perché la settimana scorsa mi è successa una cosa che mi ha sconvolto. Ho chiesto l’amicizia su Facebook al mio ex: dopo due anni, la nostra storia è finita un anno e mezzo fa e adesso, per come la vedevo io, mi pareva ci stessimo riavvicinando. Beh, sai che cosa è successo? Mi ha rifiutato l’amicizia e, peggio mi sento, quando gli ho mandato un messaggio per chiedergli perché, lui mi ha risposto con un gelido: “Dov’è il problema?”. Ilaria, mi sento terribilmente stupida, ma questa storia mi ha fatto stare davvero male. Che cosa mi sta succedendo? Grazie e a presto. Cinzia”.

Cinzia soffre di qualcosa che è molto comune e che io chiamo “sindrome dell’ex”: anche se credeva di averlo fatto, non ha chiuso nel modo più utile per sé il rapporto con il suo ex, dal punto di vista della sua emotività e autonomia personale.

Sindrome dell’ex e Facebook

Quando si affronta una separazione le persone vivono di norma due tipi di sentimenti verso il proprio (o la propria) ex:

il primo è quello dell’amore-rimpianto: l’ex è l’essere umano migliore della terra e niente e nessuno è in grado di rivaleggiare con lei/lui. Se vivi la separazione con questo stato d’animo ti senti completamente perso/a e pensi che nessuno sarà piu in grado di amarti in quel modo, né sarà degno/a del tuo amore. Il bello dell’amore per te è finito per sempre, con la fine di questa storia. Non sarai più in grado di vivere l’amore.

Il secondo è quello della rabbia-rancore-odio. Il tuo ex (la tua ex) è tra le peggiori persone che hanno abitato sul pianeta terra e racchiude in sé tutte le caratteristiche negative che possono appartenere a un essere umano. E’ un bugiardo/a, un traditore o una traditrice, privo/a di valori e di virtù.E tu sei ossessionato/a da una sola domanda: “Come ho fatto a starci per così tanto tempo? Se sono caduta/o in quest’inganno ho qualche limite speciale e dunque il vero amore non fa per me. Morirò sola/o e disperato/a.

In linea generale questi sono atteggiamenti normali e vanno accettati come una parte importante del processo di separazione. Il fatto è che dopo qualche tempo devono essere superati.

E sai perché?

Ex: separarsi davvero per trovare la persona giusta

Perché si tratta di sentimenti che nascono da convinzioni negative sul tuo (o sulla tua) ex, ma, soprattutto su di te: rimanere a lungo con questi stati d’animo ti blocca, ti impedisce di uscire davvero dalla storia e di occuparti per davvero di attrarre la persona giusta per te.

Che fare?

Ecco tre passi da compiere progressivamente e con decisione.

1)      Datti un tempo limite per dar sfogo alla tua tristezza, alla rabbia e al rimpianto: soffri certo, ma per un tempo limitato, non più di tre settimane o un mese, dopodiché decidi di uscire dal tuo dolore.

2)      Analizza la storia passata con distacco e obiettività: se è finita delle ragioni ci sono di sicuro. Che cosa hai imparato da quello che è successo? Che cosa è andato bene e che cosa sei certo/a che non ripeterai più?

3)      Dedicati a costruire la tua nuova vita in base alle regole dell’autonomia e dell’indipendenza: esci, divertiti, dedicati alle tue passioni e coltiva amicizie; fallo sempre contando solo sulle tue forze e sulle tue risorse personali, senza cercare appoggio negli altri. E’ questo il modo migliore per preparare il terreno ad attrarre la persona giusta per te.

Lasciami un commento e raccontami le tue esperienze nello spazio qui sotto.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

210 Commenti

  1. Avatar di Isa

    Isa 6 mesi fa (11 dicembre 2016 10:04)

    Ciao Ilaria! :) ti racconto la mia storia, io ho ora ho 24 anni e il mio ex 28. In passato quando stavamo insieme io ne avevo 16 lui 20 e la nostra storia andava a gonfie vele ma io feci il grosso errore di tradirlo... e da dopo che ci siamo lasciati non ci siamo mai più rivisti o rincontrati fino a 2-3 mesi fa che mi ha contattato fu Facebook abbiamo iniziato a parlare in maniera tranquilla come fanno 2 vecchi amici di vecchia data... li per lì io non c'ho fatto molto caso ma per un Po ha iniziato a curiosare un Po sul mio profilo fino a quando, passati 2 mesi ha inviato ad avere una relazione con una ragazza lì per lì ero felice per lui, ma dentro di me mi rendevo conto che non era quello che provavo davvero e mi sono tornati in mete tanti ricordi insieme a quello che gli ho fatto in passato... e mi sono ressa conto che nono state tutto questo tempo gli voglio ancora bene e ci stà che lo ami ancora e sò bene che non avrei possibilità di riconquistarlo... Cmq sia abbiamo continuato a sentirci per un Po in maniera molto tranquilla... fino a quando gli ho chiesto su Facebook se ci si potesse vedere per un caffè da buoni amici ^w^... e in fatti lui mi ha detto di sì senza pensarci 2 volte... OwO Di fatti Venerdì ci siamo visti e abbiamo parlato del più e del meno in maniera sempre tranquilla, anche se io (e si notava parecchio) ero agitata in sua presenza e notavo che molto spesso mi guarda... alla fine di tutto sono riuscita a dirglielo che mi dispiaceva di quello che gli avevo fatto a quei tempi...e che mi ero resa conto di quanto male gli abbia fatto... e che ai tempi non riuscivo davvero a comprende quei sentimenti che lui provava per me, è che io ero troppo in esperta troppo piccola per capirlo... ma.che nono state tutto gli volevo davvero bene... e tutto questo glielo ho detto guardandolo negli occhi ( e dicendo questo ha fatto una faccia molto meravigliata e stupita) alla fine mi ha detto non preoccuparti... ti rigrazio per il pensiero... sorridendomi molto dolcemente e mettendomi la mano sulla spalla ... e quando mi ha accompagnato al parcheggio ci siamo abbracciati :) Quindi dopo tutto questo lungo salmone che ti ho lasciato in bacheca >w < Ti chiedo ... che cosa devo fare ora che ci siamo rivisti? Devo aspettare che lui faccia il primo passo per contattarmi? Oppure devo di tanto in tanto farmi viva io con qualche messaggio? Ti faccio presente che lui ora stà frequentando una ragazza... anche se mi dice che per lui non nè molto importante... aspetto la tua risposta ^w^ grazie in anticipo!
    -16
    Rispondi a Isa Commenta l’articolo

  2. Avatar di Giulia

    Giulia 5 mesi fa (10 gennaio 2017 11:42)

    Ciao ilaria....ti racconto in breve...ci siamo conosciuti a novembre su una chat...poi incontrati e subito piaciuti....x un mese tutto bellissimo...x due volte gli ho detto ti amo...e detto che se non mi voleva doveva lasciarmi andare...lui no imperterrito ha continuato a scrivermi e a venire da me...passiamo 3 giorni insieme a settimana...il 28 dicembre non lo sento tutto il giorno...il giorno dopo mi dice che è tornato con la sua ex ma ogni 2 giorni mi chiede come sto...io gli rispondo male senza te...poi un giorno gli dico non scrivermi piu xke se ti sento sto male...sparisce...oggi gli scrivo io e lui mi dice ti prego giulia non scrivermi più sto con lei...mi dirai piu palese di così? Ma non credo che lui veramente stia con un altra...cioè...non mi sembra il tipo...cosa devo fare?
    0
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

  3. Avatar di GLORIA

    GLORIA 4 mesi fa (21 gennaio 2017 14:03)

    Ciao Ilaria...ho letto tutto di un fiato il tuo bellissimo post anche perché l 'ho trovato MOLTO ATTINENTE alle mie vicissitudini di cuore...dopo sette anni di completa solitudine sentimentale dopo un divorzio piuttosto......sofferto da parte mia con sfiducia totale verso il genere .....maschile....mi sono rituffata nell 'apertura ad un nuovo amore o così speravo potesse essere...all 'inizio con parecchi timori ma alla fine mi sono detta: "PERCHÉ NO? PERCHÉ NON DARE A ME STESSA E AL MIO CUORE LA VOGLIA DI RICOMINCIARE NUOVAMENTE A SPERARE"?.........Peccato che dopo qualche uscita...lui abbia pensato bene di.....battere la ritirata.....non volendo si impegnare.....mahhhhh......ci sono rimasta malissimo....Io resterei per lui una "bella persona, una persona che merita di essere amata"....ma non da lui evidentemente........ci sono rimasta malissimo...ancora adesso faccio una certa fatica a guardarlo negli occhi senza provare un senso di rabbia misto a tristezza per ciò che poteva essere ma che invece non è stato.....non mi ha dato nemmeno modo di dimostrare nulla ed io, forse per troppo trasporto sentimentale che non oro avo da tanto tempo , sono rimasta come una sciocca, come un'adolescente al suo primo amore, invece..........ora pian piano sto realizzando queste mie sensazioni e spero di aprire bene gli occhi ed eventualmente di......non dar più nulla per scontato.....sono sempre stata è lo sono ancora un'eterna romantico a, una che si commuove davanti ad un film d'amore e che sogna SEMPRE il suo principe azzurro (anche se a volte ho dei SERI dubbi a riguardo perché dio sempre che esiste SOLO nei miei sogni e nei sogni di chi vive l'amore in maniera romsntica).....spero non sua davvero visi, non a caso mi sto divorando tutti questi bei consigli che puntualmente dai, cara Ilaria... spero davvero che possano funzionare presto....non pongo alcun limite a nulla e continuo a sperare che molto presto questo mio desiderio possa FINALMENTE esaurirsi, con la PERSONA GIUSTA, PER ME.......
    0
    Rispondi a GLORIA Commenta l’articolo

  4. Avatar di Stefania s.

    Stefania s. 3 mesi fa (17 febbraio 2017 10:25)

    Carissima, come 2 anni fa..son ricaduta alle lusinghe convincenti del mio ex..e come 2 anni fa mi ha rimossa dalla sua vita cn lo stesso metodo di 2 anni fa: odiandomi e dando in esclusiva la colpa a me. Anke se nn ciò capito niente. E come 2anni fa nn da spiegazioni logiche o razionale o cmque sensate,riponendosi lui la vittima. Come allora mi ritrovo cn un immenso vuoto e sto moralmente,fisicamente male (purtroppo lavoriamo assieme)dopo i suoi messaggi brutali o frasi accusatoria forti dettemi da lui ieri,son crollata. Ho trovato spunto in qste tue meravigliose righe, come 2anni fa, e spero a superarla. Se mi dai un consiglio sarò onorata..2anni fa avevano funzionato,ritrovandomi a sorridere dopo la tempesta. La domanda è:ma che uomo è un uomo così?....Cordialmente Stefania
    0
    Rispondi a Stefania s. Commenta l’articolo

  5. Avatar di Paola

    Paola 3 mesi fa (22 febbraio 2017 16:24)

    Ciao Ilaria mi chiamo Paola ho 46 anni. quello che scrivi della separazione è tutto verissimo....tipo la storia di Manuela ...vedi la (cacca) però sono senza figli io. mi sono separata dopo 22 anni che stavamo insieme e 16 anni di matrimonio. i motivi sono molteplici, (non avere figli , un terremoto, insomma una realtà molto difficile )ma quello che dici che a un certo punto siamo NOI a prendere la decisione è verissimo .... IO mi sentivo frustata ...zero considerazione....condivisione di interessi insieme zero.... ho incontrato prima di separarmi un ragazzo che mi fa stare bene con cui sto bene ma ho paura. Il mio ex non so le volte che mi ha illuso in un riavvicinamento ma dopo avevo scoperto che aveva conosciuto una e la frequentava con post su facebook che mi fanno veramente pensare con chi sono stata. Cioè io non so proprio chi è diventato...questo mi sta distruggendo dentro...e non riesco a saltarci fuori...ma spero che mi passerà e me ne farò una ragione.
    0
    Rispondi a Paola Commenta l’articolo

  6. Avatar di mat

    mat 4 settimane fa (26 aprile 2017 23:37)

    Ciao, Ti racconto la mia situazione : io e la mia ultima ex ci siamo lasciati a gennaio. mentre stavamo ancora la mia ex e un mio amico hanno cominciato ad essere molto affiatati, a tal punto che negli ultimi periodi sembrava che la coppia fossero loro e io il terzo incomodo. Dopo che ci siamo lasciati, loro due hanno continuato a vedersi, a detta loro sempre in amicizia, il fatto però, è che il rapporto tra me e il mio amico si è, per così dire, "raffreddato". Insomma, per farla breve, più che amico di entrambi sembra più amico di lei. Da come la vedo io, lui è di parte, mentre lei, a prescindere da cosa ci sia tra loro, mi ha rimpiazzato con lui. Ho esposto la mia teoria a entrambi, ed entrambi negano, tuttavia, non mi dà fastidio il fatto in sé che si frequentino, quanto la situazione creatasi
    2
    Rispondi a mat Commenta l’articolo

  7. Avatar di Rick

    Rick 7 giorni fa (19 maggio 2017 20:16)

    Mi ha colpito molto la frase finale: preparare il terreno ad attrarre la persona giusta per te. Purtroppo il dolore di una fine , coincide con il rendersi conto di quanto noi siamo cambiati rispetto a quando abbiamo iniziato la relazione. Le persone ci cambiano, ci portano verso direzioni differenti , che noi prendiamo tenendo conto della coppia, della voglia di maturare, nel desiderio di aiutare chi ci sta vicino. Spesso una fine coincide nel preciso momento in cui ci troviamo in un nostro particolare momento di difficoltà (perdita del lavoro, economiche, difficoltà fisiche, familiari) e la persona che prima riceveva il nostro sostegno quando tutto andava bene, ora ci ha voltato le spalle nel momento più difficile. Ricominciare significa cercare di capire cosa è giusto difendere dei nostri cambiamenti, significa mantenere un contegno davanti a tutti quando vorresti dichiarare guerra al mondo intero per quanto ci è stato tolto, significa trovare lavoro in un contesto nuovo dove non è possibile far emergere nessuna emozione negativa, in un mondo che non accetta chi sta soffrendo per un passato che non ritornerà mai più. I Cambiamenti ci hanno portato lontani dai nostri punti di vista iniziali, ci hanno fatto ricredere sulle nostre passioni, ci hanno fatto allontanare un po dalle vecchie amicizie e ci hanno portato a consumare per il bene della coppia le poche risorse economiche. Se innamorarsi significa dare fiducia ad una persona, che prima vende il meglio di se e poi, lentamente ti porta via le cose più preziose (che non sono materiali, ma della tua anima) io mi chiedo come sia possibile cercare di ripercorrere nuovamente e ancora nuovamente lo stesso ponte che ci è crollato da sotto i piedi per troppe volte. Possiamo ricominciare tante volte, ma ogni volta ci accorgiamo che ci mancano pezzi e possiamo dare sempre di meno, e per me Amare significa dare se stessi, esserci, sostenere, rendere sereni, coinvolgere, trovare soluzioni , consolare, condividere, costruire e progettare. La gente pensa soltanto a facebook e a trom....... ;/
    -2
    Rispondi a Rick Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 giorni fa (19 maggio 2017 20:35)

      Noi santi, gli altri diavoli, eh? Così è il discorso?
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Chiara

      Chiara 6 giorni fa (20 maggio 2017 10:23)

      Ciao Rick, Da una parte io capisco bene il tuo sconforto per la fine di una relazione in cui si ha creduto, ma dall altra parte mi sorge una riflessione. Ho la sensazione... Anzi la consapevolezza che molti uomini quando escono da un matrimonio o da una relazione durata molti anni, vuoi per sconforto o per una sorta di debolezza personale ( non so bene come definirla) anche quando si ributtano in un altra relazione spesso partono già con la convinzione che tanto non funzionerà perché nella loro testa pensano di aver dato tanto, moltissimo nella relazione precedente che comunque non ha funzionato. Insomma la donna che capita dopo finisce per sentire questo stato, si rende conto che l uomo che ha a fianco e' nella relazione con un piede dentro e uno fuori, avverte la paura, si sente sminuita perché lei invece ci crede e magari ci mette l anima. Chi si vuole impegnare in una relazione autentica secondo me deve dare e ricevere, senza se è senza ma, in caso contrario meglio lasciar perdere.
      5
      Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

    • Avatar di Rick

      Rick 6 giorni fa (20 maggio 2017 21:10)

      Ti posso assicurare che per me è stato esattamente l'opposto... sono una persona che da il cuore, che ha una empatia e che capisce da uno sguardo quando la persona a fianco vuole dire qualcosa oppure è confusa... cerco sempre di mettere serenità, di trovare dal nulla il modo di colorare anche una giornata non proprio gioiosa. Il lavoro è una delle cause per cui dall'altra parte non c'era mai grande vitalità, cosi dopo aver fatto salti mortali per risolvere la mia condizione, mi sono messo con sacrificio e amore e ho fatto il possibile per aiutare anche lei nel trovare un lavoro. Dall'altra parte sapevo che c'erano problemi irrisolti del passato, io con lei ho messo stop con i pensieri e ho vissuto finalmente il presente, il mio desiderio era soltanto vedere sempre il sorriso stampato sul suo viso. Creare magia nonostante i pensieri di scadenze, affitti , pagamenti , preoccupazioni e mille difficoltà. La cosa all'inizio credo possa aver fatto molto piacere, ma dopo ho la certezza che nonostante i miei grandi sforzi, non sia stato sufficiente per farla uscire dai suoi pensieri del passato... delusioni profonde mai risolte,che tutti noi ci portiamo dentro e nessuno può curare. Le storie finiscono, ma credendo nell'amore, credevo anche che la reale motivazione fosse sempre dovuta ad una mancanza di responsabilità, ad una mancanza di coraggio e per le solite cavolate che si commettono quando non si hanno le idee chiare tipo tradimenti o reazioni stupide davanti a tutti ... io ho portato avanti tutto con riservatezza, con rispetto, con sincerità , con l'idea di dover fare passi da gigante per essere una persona migliore e dare il meglio di me. Mai e poi mai trascurata, mai e poi mai pur lavorando diverse volte in mezzo a tante persone nei locali ho pensato di fare il doppio gioco, mai seguita o controllata (quindi libertà assoluta). Vivo soltanto intensamente le emoziomi, mi piace crearle, mi piace dare un valore ad ogni cosa condivisa, e amavo ascoltarla e ascoltarla. Io mi reputo una persona che ha davvero tanto dentro, anche lei è stata formidabile perchè in un mare di persone che non sanno amare, avevo visto in lei finalmente tutti i valori che non si trovano più nelle persone che ormai si sono perse nella frenesia delle cose senza valore! Ma era una maschera, dentro si nascondeva soltanto un grosso vuoto da colmare, gigante... tanto da farmi innamorare e lei ricaricarsi le batterie vitali e poi notare lentamente la trasformazione , sempre più fredda, sempre meno sorrisi, sempre più silenzi (io non chiedevo, rispettavo,ma sapevo che il passato fa male). Ho scelto io di amare, ho scelto io di dare fiducia... ma cosi facendo anche io dovrò "nuovamente" curare delle ferite che non sono facili da nascondere o guarire e forse purtroppo ora capirò molto meglio i suoi silenzi.
      1
      Rispondi a Rick Commenta l’articolo

    • Avatar di Betta

      Betta 5 giorni fa (21 maggio 2017 10:04)

      Quanto mi piacerebbe sapere cosa ne pensa lei e cosa significa quel "tradimenti e reazioni stupide davanti a tutti". Per il resto, Rick, se veramente sei come la persona che hai descritto qui, meriti complimenti per il modo appassionato e pieno di calore con cui sembri condurre la tua vita e, almeno apparentemente, desideri guidare quella dell'altra... Con amore!
      1
      Rispondi a Betta Commenta l’articolo

    • Avatar di Rick

      Rick 5 giorni fa (22 maggio 2017 1:10)

      Quando scegli di amare lo fai e non pensi mai che sia la cosa sbagliata... forse come in tutte le cose quando dai troppo, il valore di quello che dai non viene mai riconosciuto... ci passano tutti... PECCATO CHE DOPO, NASCONO I COSI DETTI "UOMINI BASTARDI, COSI COME LE DONNE DEFINITE INDIPENDENTI (che amano se stesse e non lo fanno per cattiveria) , tutto questo dovuto a ferite impossibili da curare... la fiducia arriva al punto di esaurirsi e dopo paga sempre chi non merita purtroppo... se questo è l'amore oggi, salviamoci dagli psicologi, loro ci guadagnano grazie ai nostri problemi sentimentali! Alla fine se ci pensiamo, tutto è nella nostra testa, tutto una questione di pensieri, di idealizzazione di qualcosa che soltanto noi abbiamo visto come LUMINOSO, e non abbiamo il pulsante RESET. Andiamo avanti, la vita ci sorprende sempre! <3
      0
      Rispondi a Rick Commenta l’articolo

    • Avatar di Rick

      Rick 4 giorni fa (22 maggio 2017 1:31)

      credimi , mi hanno giudicato tutti come un quindicenne, come se fosse un reato grave credere nell'amore... ah è vero il giornalino "CIOE'" quello dedicato ai problemi di cuore per le ragazzine, non va bene nel 2017, e non è indicato per i trentenni... Ti spingono tutti a dire...(donne e parenti compresi) ma che cavolo fai??? pensa a tromb..... tutte!!!! pensa , a trattarle male, pensa a fare il bast....... pensa a fare i soldi e divertirti... ma io a 40 anni non ci volgio andare in giro per le discoteche a cercare le ragazzine come un malato bavoso... persino fare il musicista, mi porta ad incontrare un sacco di belle ragazze ogni volta, eppure sono cresciuto con l'idea di avere intorno poche persone ma di valore, non mi piacciono le cose da buttar via il giorno dopo! forse credo di vivere ancora nel 1800 :/ .
      0
      Rispondi a Rick Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 5 giorni fa (21 maggio 2017 11:34)

      Rick capisco il tuo abbattimento, ma se hai un concetto maturo di amore, spero ti sia reso conto che amare per aiutare una persona a crescere, anche in buona fede, è sbagliato e alla fine non funziona...è l' altra persona stessa che -innamorata- dovrebbe mettersi in gioco naturalmente...e se non lo ha fatto allora non era la persona che faceva per te, ne arriverà un' altra, ma tu amala senza cercare di cambiarla, senza fare un po' il suo papà (perché questo mi sembra da quello che scrivi)
      4
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 giorni fa (21 maggio 2017 16:11)

      Sono d'accordo, Max: é importante uscire dallo schema amore=aiuto, altrimenti si finisce in relazioni squilibrate e disfunzionali. Altrettanto importante é interrompere la coazione a ripetere, inconsapevolmente innescata dall'intima convinzione che gli altri non sappiano amare quanto noi. @Rick: continua a frequentare il blog, é tutta salute! ;-)
      3
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Rick

      Rick 5 giorni fa (22 maggio 2017 1:19)

      No anzi, alla fine è lei che voleva cambiare me, io se amo accetto pregi e diffetti... avevo a che fare con una maestra , dopo un periodo di forte coinvolgimento e di grande ammirazione parte il momento di svalutazione dove ti trovi a camminare sul filo del rasoio... e non è la prima volta che succede... infatti adesso mi sono fatto un po di scuola, dovrò per forza ricordare da queste esperienza ,che amare è una nostra scelta perchè se vogliamo essere belle persone abbiamo il dovere di fare il primo passo come esseri umani, però dobbiamo purtroppo anche forzatamente progettare un piano d'azione per uscirne con il paracadute!!! Non ci può far del male la persona stessa che pensiamo ci supporterà nelle giornate più difficili. stop, scirvo troppo, scusate per il tema :)
      0
      Rispondi a Rick Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 4 giorni fa (22 maggio 2017 12:31)

      Secondo me, uno O è pronto ad amare di nuovo, O è misogino. Delle due, l'una
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo