Restare amici con l’ex? Sì, solo se a te sta davvero bene…

Ex partner e amiciziaRimanere amici con l’ex partner dopo la fine di una storia è un’idea né buona, né cattiva.

Dipende dalle motivazioni per le quali si compie la scelta. Le tue soprattutto.

E,  quelle che contano per la tua felicità sono le tue motivazioni e le tue scelte.

“Lasciamoci… però restiamo amici…”: tutti noi abbiamo detto o ci siamo sentiti dire  questa frase almeno una volta nella vita.

Queste parole possono significare: “Non voglio essere un partner e un amante (o un’amante) per te, solo un amico/ un’amica”, o,  piu’ spesso, significano: “Non voglio più essere un partner e un amante (un’amante) per te. Se ti va posso esserti amico/a”.

Questa è una scelta facile da compiere se entrambi gli interessati sono nella stessa posizione, danno lo stesso significato alla parola amicizia e concordano sulla fine della storia senza rancori e recriminazioni.

In realtà, spesso, quando una storia finisce o non procede come si vorrebbe, possono esserci in gioco emozioni forti e dolorose: puoi provare tristezza, dispiacere, nostalgia, o avere la convinzione di essere stata/o rifiutata/o, avere una sensazione di fallimento, rabbia, risentimento, senso di colpa…

Se entrambi i partner sono in grado di dimenticare, di perdonare e di instaurare un rapporto su basi nuove, salvaguardando le emozioni positive del passato, l’amicizia può essere piena e ricca di soddisfazioni.

Se non è così, meglio aspettare e tenersi a distanza, senza compromettere il rapporto e senza prendere decisioni affrettate.

Ed è quello che io consiglio a te di fare.

Questo perché è meglio che tu investa le tue energie sul tuo benessere personale e sulla ricerca della persona giusta per te, piuttosto che nella gestione di emozioni non produttive e legate a eventi passati.

Quindi nel momento in cui fai o ti senti fare la proposta: “restiamo amici” chiediti:

  • Che cosa mi spinge a restare suo amico/a? La volontà di costruire un rapporto sincero e sano o quella di non lasciare andare, di mantenere un legame a tutti i costi?
  • Questa separazione mi fa sentire tremendamente insicuro/a e in questo modo cerco solo un po’ di sicurezza?
  • Sono prigioniero/a del senso di colpa verso di lui/lei?
  • Come mi fa sentire il fatto di mantenere questa amicizia?
  • Come mi fa sentire il fatto di non mantenere nessun legame, di chiudere davvero?

E soprattutto:

  • Come questo legame d’amicizia può influenzare il mio stato d’animo nel momento in cui incontro la persona giusta per me?
  • Sarei (mi sentirei) davvero libero/a di iniziare una nuova relazione, con spontaneità ed entusiasmo?

Le riflessioni – e le motivazioni – sono tutte tue. Decidi in libertà e leggerezza!

E se vuoi raccontare la tua esperienza personale sul tema “restare amici”, lasciami un commento: in molti siamo interessati a scoprire nuove prospettive!

Cordialmente

Ilaria

Articoli Correlati

Gratis per te!

Non sbagliare e non soffrire più! Trova l'amore! Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli? Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Lascia un Commento!

137 Commenti

  1. Avatar di Anna Aurora

    Anna Aurora 2 anni fa (29 agosto 2016 11:04)

    Buongiorno Ilaria e buongiorno lettori e lettrici della "Persona Giusta". Circa sedici mesi fa ho conosciuto un uomo, separato da tre-quattro anni con figli. Sono anch'io divorziata con figlio quindi questo è stato un tratto che ci ha uniti molto. Ci siamo subito piaciuti e dopo circa un anno di frequentazione sempre più intensa e intima abbiamo capito che ci amavamo davvero. Bellissimo. Viviamo ciascuno nella propria casa, per ora, ma abbiamo il desiderio per il futuro di mettere su casa insieme. E in effetti finiamo con il fare base o a casa mia a o casa sua pur di stare insieme. I bambini sono bellissimi e benché di età diverse vanno d'accordo. Vita sessuale e intima perfetta (eh, senza intesa sessuale non ci possono essere coppie stabili, penso), però lui è anche mio amico in qualche modo e io sua amica. Ci sosteniamo e ci aiutiamo in tutto. Ilaria, io per la prima volta in vita mia sono felice. Felice in maniera pacata, appagata. Completa. Ho il mio lavoro, ho mio figlio che cresce bello e intelligente, ho un compagno presente. Unico neo: la ex moglie. Si sentono e parlano al telefono per mezz'ora intera tutti i giorni. Si confidano. Il loro rapporto va oltre la gestione dei figli. Io con il mio ex marito non ho un rapporto così stretto, comunichiamo solo per "esigenze di servizio". La cosa positiva è che tutto avviene alla luce del sole, non c'è niente di nascosto. Però io sono gelosa e lui lo sa. Gli ho chiesto: "ma ti piacerebbe se io avessi con il padre di mio figlio lo stesso rapporto?". Risposta: "no". Ma continua a fare come gli pare. Lei lo cerca e lo chiama, gli racconta persino le sue pene d'amore. Lei con la sua relazione altalenante, lui con quella molto più solida con me. Lei che lo ha lasciato e lo ha trattato malissimo (pare). Mi ha chiesto di cosa ho paura, se il mio timore è che lui possa tornare con lei, e io gli ho risposto che no, quella sarebbe una cosa chiara e la affronterei, più di tutto mi fa paura l'idea che lui stia con me ma ami lei. Smentite verbali, rassicurazioni, ma nessunissimo tentativo di mettere un po' di sana distanza. Per favore, mi date un consiglio o un'opinione? Tengo tantissimo alla mia "famiglia in costruzione" (definizione sua) e non vorrei né rovinare tutto con le mie pressanti richieste, né stare in silenzio a soffrire. Un caro saluto a tutti!
    0
    Rispondi a Anna Aurora Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (29 agosto 2016 16:28)

      Ciao Anna Aurora, credo che il tuo compagno non abbia del tutto digerito l'abbandono e che fare da "stampella emotiva" alla sua ex moglie lo ripaghi, in un certo senso, del "torto" subito. A me sembra una cosa tutt'altro che sana e per niente rispettosa nei tuoi confronti, tanto più che non accetterebbe che tu facessi lo stesso col tuo ex. Va bene il sesso, va bene i rapporti sereni della "famiglia allargata", ma, a lungo termine... sei sicura di voler costruire qualcosa con lui, se continua a fare "l'amico del cuore" della sua ex?
      4
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  2. Avatar di GLORIA

    GLORIA 2 anni fa (21 gennaio 2017 14:34)

    Ciao Ilaria.....ehhh si si....mai post fu così....AZZECCATO per me è ti dirò di più...per ben due volte mi è stato chiesto questo....a volte mi sono anche chiesta se avessi scritto in fronte qualche cosa di strano, del tipo...PREGO...ACCOMODATEVI PURE,,SARÒ ESSERE UNA BUONA AMICA.....beh, per me l 'amicizia è un sentimento SACROSANTO tanto quanto lo può essere l'amore stesso.....magari non proprio allo stesso piano ma si compensano, l 'uno con l 'altra......spero di aver reso chiaro il concetto....per me non ci sta amore senza amicizia e viceversa......sono sentimenti legati entrambi allo stesso scopo....rendere felici noi stessi e chi ci sta o ci sarebbe accanto.....ho avuto un matrimonio durato 21 anni e dopodiché.......un divorzio causato dalla sua IMPROVVISA VOGLIA DI ESSERE È SENTIRSI LIBERO.....Non voleva più una famiglia tra i piedi...io e mio figlio eravamo le sue oalle al piede ed ora comunque da che ci siamo divisi, vive con un 'altra donna, diciamo pure da SUBITO....quindi.....e in fase di separazione ha avuto pure il barbaro coraggio di chiedermi di restare amici........col piffero..........oserei aggiungere io.....dopo cio' o meglio dopo sette anni di solitudine e chiusura sentimentale arriva un.......qualcosa, diciamo meglio un qualcuno che sembrava potesse farmi risorgere dalle ceneri, come l 'araba fenice......un paio di mesi di PURA illusione....sembrava fosse amore invece era un calesse come il titolo di un celebre film.....una bella persona nell 'insieme, brillante, capace di strapparmi delle bellissime risate ma.........che nel momento di concretizzare e portare in rampa di lancio i propri sentimenti....,.,ha fatto come una macchina lanciata in autostrada ai 200 all 'ora è che di colpo inserisce la retromarcia.....che tristezza infinita, che rabbia che RIMORSIIII...si il rimorso di aver aperto il mio cuore a un qualcuno incapace di lasciarsi andare nel gesto piu'bello che due persone possano provare....e la cosa ancor piu' triste scaturisce quando ti viene detto.....RIMANIAMO BUONI AMICI......si si.....tutto molto bello...evviva....non riesco ancora a capacità i anche perché......non riesco ancora a capire questo suo improvviso dietrofront....sono rimasta talmente male che faccio anche amica a prendere i considerazione il fatto di essergli.....solo amica.....non so.....un amico lo guardi con occhi totalmente diversi a volte anche un po'......distaccati...un amore lo si guarda con intensita' con trasporto con desiderio.....pazienza....devo ancora digerire il tutto e chissà che anche questi tuoi consigli cara Ilaria possano darmi una buona mano...me lo auguro davvero...al momento sono in stand by...poi chissà cosa mi riserverà il futuro.......
    0
    Rispondi a GLORIA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Manuela

    Manuela 2 anni fa (24 gennaio 2017 16:55)

    Dipende molto dal tipo di persona, se lasci una persona che consideri una persona che vale allora ci tengo alla sua amicizia e presenza anche se marginale nella mia vita, il mio primo marito lo considero come un fratello e la cosa è reciproca perché ci stimiamo molto come persone a prescindere dallo stare insieme o no, se invece penso che non sia una persona che possa portare valore aggiunto alla mia vita come ad esempio il mio ultimo ex marito,allora non mi intera mantenere nessun tipo di rapporto, anche se abbiamo un rapporto più che civile..... Per essere amici ci vogliono delle affinità non indifferenti
    0
    Rispondi a Manuela Commenta l’articolo

  4. Avatar di eni

    eni 2 anni fa (7 febbraio 2017 13:00)

    Ciao Ilaria.Il mio ragazzo, dopo 3 mesi di relazione ed avermi presentato ai suoi, sabato se ne esce che domani va a cenare con l' ex. Mi sono sentita franare il terrno sotto i piedi. Non sono gelosa, ci tengo a precisarlo. Allo stesso tempo, io lei non la conosco e non ho alcun motivo per fidarmi di lei. Sono furente di rabbia perche' lui (a suo dire innocentemente e sottovalutando l'importanza della cosa) ha sempre negato che si incontrassero. Gliel' ho chiesto almeno un paio di volte negli ultimi mesi. Lui, giustamente, mi dice che io non ho il diritto di dirgli con chi essere amico o meno, io gli ho fatto presente che la sua omessa verita' mi ha fatto male e mi fa ancora molto male, che non sono felice cosi' e minato la fiducia che ho in lui. Loro domani sera escono da soli. Io da ieri sono con lui in pausa. Ne discuteremo forse la prossima settimana... Tu Ilaria, come la vedi?
    0
    Rispondi a eni Commenta l’articolo

  5. Avatar di Claudia

    Claudia 1 anno fa (7 giugno 2017 23:28)

    Ciao Ilaria, capita proprio a proposito questo articolo. Normalmente non mi piace troncare i legami perché credo sempre nelle persone ma mi sono resa conto che la mia generosità e dono di me sono sempre fraintesi e vengo sempre travolta. Mi spiego meglio: sono una persona vulcanica e solare capace di infondere allegria e questo mio donare spontaneamente energie positive a persone sbagliate mi ruba la mia energia e mi svuota lasciandomi sempre una sensazione di essere stata "sfruttata". Quindi per il mio bene ho deciso di troncare definitivamente le relazioni nocive come l'ultima che pensavo anch'essa speciale e per la vita. Lo è stata per carità poi si è rivelata unilaterale e di comodo però ...
    0
    Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

  6. Avatar di Emilia

    Emilia 12 mesi fa (24 agosto 2017 22:52)

    Ciao a tutti/e! Qualche settimana fa il mio ex (ci siamo lasciati 5 anni fa circa) ha avuto la brillante idea di contattarmi su facebook. Premesso che è stata una rottura tutt'altro che pacifica, la relazione è durata 3 anni (davvero troppi) con frequenti alti e bassi, finché non siamo giunti al culmine. È stata sostanzialmente una "relazione a distanza", incompatibilità caratteriali (e non solo) che venivano attenuate e rese più sopportabili dai chilometri che ci separavano; paradossalmente, la distanza ci teneva "uniti", in qualche modo. Il suo messaggio: "Ciao, come stai? Tutto bene? Sei sempre a Firenze?". Lo ignoro. Dopo circa 2 ore: "Tutto bene? Che fai?". Non rispondo e decido di bloccarlo. La mia prima reazione è stata: "Matto! Questo qui è completamente matto!", ma sarebbe riduttivo definirlo così. Si può essere così meschini?! Mio caro ex, ti interessa davvero come sto? Sì?! Non ti interessava allora, figuriamoci adesso! Il suo comportamento non fa che darmi la conferma della sua mancanza di rispetto nei miei riguardi e della sua arroganza, perché ci vuole proprio un bel coraggio a mandare un messaggio del genere, dopo le cose che ho subìto da questo soggetto qui. Forse ha avuto nostalgia dei vecchi tempi in cui lo sopportavo, chissà. Ma, mio caro, le persone cambiano, sai? Tu, però, mi sa che sei rimasto l'imbecille di sempre.
    11
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  7. Avatar di Orsola

    Orsola 9 mesi fa (3 dicembre 2017 13:10)

    Vorrei saperne di piu non riesco a staccarmi dal mio ex.
    0
    Rispondi a Orsola Commenta l’articolo

  8. Avatar di Ary

    Ary 5 mesi fa (21 marzo 2018 21:48)

    Buonasera Ilaria e a tutte.... Che dire... il mio ex si è rifatto vivo (comunque chiamarlo "il mio ex" lo fa sembrare tanto una malattia infettiva) oggi dopo più di un mese che abbiamo troncato il rapporto... io a pezzi disperata, cominciavo a essere meno disperata.. stavo passando alla fase malinconica quella in cui ricordi le cose belle e ti manca... e niente si rifà vivo, distrugge tutto... stavo cercando di farmene una ragione e guardare solo la mia vita ( che mi sembra terribilmente grigia, mi viene da mettere in discussione tutto) con un audio di 5 minuti di niente, dove mi dice che ci sta male che non mi ha dimenticata e basta, non ha nessun piano per aggiustare la cosa. io stupida che mi sento di averlo perdonato, ho una paura immensa di fare un torto a me stessa parlandoci di nuovo, eppure, eccomi lì ad aspettare che si faccia vivo di nuovo... perchè mi succede questo? perchè mi illudo così? basta è finita. perchè ha dovuto tirarmi la sua melma addosso? anch'io sto malissimo, ma non vado lì a farlo sentire in colpa, addirittura non ce l'ho con lui per quello che mi ha fatto ( sento di essere stata io troppo bisognosa e poco sicura di me e quindi ho rovinato tutto)... perchè mi fa questo effetto? si stavamo insieme da 4 anni... ma guardandomi attorno mi sono resa conto di quanto è stato mediocre come ragazzo... di quante attenzioni mi negava rispetto agli altri... non è una gara ... però uno un metro di paragone lo dovrà un attimo guardare per sopravvivere... e io ero li cieca innamorata persa mentre lui no... leggo da un bel po' il blog.. ma vi giuro non ho più voglia di amare nessuno oltre che me stessa, non mi sono mai voluta abbastanza bene... non ce l'ho con l'amore... ma è un gioco molto rischioso per chi non ha una buona corazza... io non ce la faccio ... vedo solo lui... e non so che fare, ho 22 anni, dovrebbero essere gli anni migliori della mia vita e mi ritrovo sola come un cane, senza amici, e senza lo pseudo ragazzo che mi dava quel minimo di rapporti umani e amore... ora mi sembra di essermi sognata tutto, un'immensa gigantesca bugia. 4 anni polverizzati. e nessuna voglia di conoscere un altro. e mi spaventa.. perchè adesso sono completamente sola... lo ero anche prima con lui... ma non me ne rendevo conto.... eppure continuo a impallarmi sul pensiero di lui, sui miei comportamenti inadeguati e da insicura marcia... sono così stanca, ma chi è lui per sconvolgermi così ogni volta? non devo permetterglielo.. ma sono solo parole... io mi dispiace mi sono un po' confusa... non so se sono in grado di essergli amica... forse è la coppia che non funziona con lui... ma non mi fa sentire tranquilla... non doveva richiamarmi gli avevo detto di non farsi più sentire.... perchè perdonarlo? non so neanche cosa vuole lui... ma perchè fanno così le persone? se siete indecisi sul da farsi non andate a incasinare la vita degli altri, fate qualcosa quando siete realmente decisi... così c'è solo tanta sofferenza... scusate ancora per la confusione... buona serata
    5
    Rispondi a Ary Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (21 marzo 2018 22:12)

      A me non pari per niente confusa. Hai le idee chiarissime, cara mia, ti ci vuole solo un pochino di fiducia in te. Hai le idee chiare, mettile in atto e sai bene che se continui a metterle in atto la tua vita sarà davvero come la desideri. Datti retta, dato che hai capito tutto. Avanti.
      11
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ary

      Ary 5 mesi fa (24 marzo 2018 17:17)

      ciao Ilaria grazie per la risposta, niente volevo solo aggiornarvi sul mio ex... sta ricicciando come un fungo muffoso. dopo quell'audio che mi ha mandato in lacrime... ha voluto continuare a dirmi quanto ci sta male e che non sa proprio come reagire a questa cosa... io gli avevo scritto una lettera nella quale mi scusavo per essere stata troppo bisognosa con lui, che mi dispiaceva che fosse andata a finire così e che gli auguravo tutto il bene... che non ce l'avevo con lui che era suo diritto non amarmi più, che non era obbligato ecc. pare che questo mio averlo perdonato l'abbia autorizzato ad infierire sui miei sentimenti, cavolo volevo solo fare un ultima cosa bella, volevo solo fargli sapere che gli volevo davvero bene. e lui per tutta risposta a parte il suo solito "non so che dirti" e "mi hai inondato di amore un'altra volta" ( che mi ha fatto sentire veramente patetica, non doveva rispondermi, era solo per dirgli che non lo odiavo) praticamente lui ha continuato a scaricarsi la coscienza a mie spese... dicendo cose del tipo "sono contento che non ci sia rancore, era proprio NECESSARIO che ci lasciassimo non era più cosa, probabilmente le cose non funzionavano più perchè io non ero più coinvolto da un anno e passa" testuale... non riesco a togliermi le sue parole dalla testa... mi stanno facendo impazzire, ci tenevo così tanto... e per aggiungere al danno la beffa, mi saluta "tu sei un vero tesoro per me e con me quindi ti chiamo ancora tesoro, Buonanotte tesoro" ma quanto può essere sadica e squilibrata una persona del genere? e quanto sono masochista io per volergli ancora bene? che cos'ho che non va? lo so che sta diventando un'ossessione... non so come uscirne.. io davvero sentivo di averlo perdonato non mi sentivo arrabbiata con lui. ma perchè ha dovuto infierire in questo modo? è stupido o cattivo? lo sa quanto ci tengo e mi viene a dire che non è più coinvolto da un anno, ma stava comunque con me e avrebbe continuato se non mi fossi lamentata... io non lo cerco, non l'ho più cercato , e lui dopo un giorno rispunta di nuovo informandomi ANCORA di quanto gli faccia male e non sa come reagire a certe cose, che ascolta le canzoni che pubblico e che sono cose più grandi di lui... ecc... e poi mi manda altre canzoni da ascoltare... perchè fa così? che vuole da me? non capisce che mi fa malissimo? che continua a ferirmi? non si è informato di come sto io. no... lui sta male, questo gli importa... ma è lui che non mi ama più... secondo voi io come mi sento? scusate la lunghezza del commento, avevo bisogno di sfogarmi un po'... per la cronaca non gli ho risposto... e così facendo sento di avere un pochino di potere... spero che non provi a ricontattarmi e al contempo spero che lo faccia... vorrei uscirne... viva possibilmente... non ce la faccio più. mi sta uccidendo... saluti
      0
      Rispondi a Ary Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (24 marzo 2018 19:00)

      No, guarda, siamo serie, non ti sta uccidendo. Stai tranquilla che le cose che uccidono sono ben diverse, cerchiamo di non bestemmiare e di non dire immense supidaggini. Lui è stupido et cattivo. E tu che ci sei stata?
      6
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 5 mesi fa (24 marzo 2018 19:47)

      Ciao Ilaria, qualche giorno fa ho consigliato il tuo blog ad un'amica. Lei, dopo aver letto un paio di articoli, mi ha detto: "Ma non è possibile parlare di categorie per quanto riguarda gli uomini. Ogni caso è a sé, ogni storia è diversa e i motivi per cui un ragazzo o un uomo non si fa sentire per giorni possono essere tanti. Io le ho risposto che ha ragione a dire che i motivi possono essere tanti e che noi non possiamo conoscerli, ma che la propria esperienza può essere simile a quella degli altri e che, quindi, ci è possibile ridurre il quadro della situazione a "categorie", anche se questo può dare l'impressione di commettere l'errore di valutare il tutto in modo semplicistico. Non sapevo cos'altro aggiungere... Tu cosa le avresti risposto? Grazie mille per l'attenzione e buona serata!
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (24 marzo 2018 19:57)

      Io avrei sorriso e avrei chiuso lì. Conterai mica di convincerla? Vorrai (peggio) mica convincerla o convertirla? Gli altri sono liberi di pensare quello che vogliono, anche se non apprezzano quello che apprezziamo noi o i nostri consigli. Il comportamento della tua amica è stato "difensivo" rispetto al blog. E' lecito, legittimo, normale. Magari è stata difensiva perché ha le idee chiare e sa bene come trattare gli uomini; magari perché il blog ha fatto vacillare le sue certezze. Non è un tuo problema, non certo una questione della quale farti carico. Quanto alla domanda che poni, è un tema sul quale la filosofia e la scienza si interrogano da sempre: si può "generalizzare", cioè trovare delle "regole" dal particolare al generale e dal generale al particolare, soprattutto per quel che riguarda la psicologia, il comportamento umano? Ma non solo. Anche le questioni di salute a modo loro sono "uniche" e irripetibili. La risposta in sostanza è che in qualche modo si può generalizzare e che si deve anche (se no come lo interpretiamo il mondo?) e che ci sono schemi e comportamenti che si ripetono e rimangono costanti in individui diversi. Ad avallare questo ovviamente ci sono anche i risultati di sperimentazioni oltre che esperienze singole. Insomma, qualche riferimento lo si può cercare, non è che ci muoviamo nel mondo come se fossimo nati ieri e fossimo i primi e gli unici a sperimentare qualcosa. Se si applicasse questo tipo di pensiero, non faremmo nulla in nessun ambito.
      6
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 5 mesi fa (24 marzo 2018 21:35)

      Grazie infinite Ilaria per la tua risposta. Sono d'accordo con te ed hai espresso il concetto in modo eccellente. Non ho provato a convincerla, le ho solo esposto il mio pensiero. Lei sta frequentando un suo coetaneo e mi ha confidato che è impeccabile quando escono insieme ma poi non la cerca, è lei a prendere l'iniziativa telefonandogli oppure inviandogli messaggi. In questo periodo si sente sola perché da poco si è trasferita in un'altra città e mi ha detto che non sa con chi uscire nel fine settimana, pertanto non vorrebbe discutere con lui per non perdere l'occasione di uscire ogni tanto. Questa situazione mi ha suscitato tristezza.
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ary

      Ary 5 mesi fa (24 marzo 2018 22:08)

      Certo che ci sono altre cose che uccidono, ci sono cose peggiori e molto più brutte, ma non mi riferivo a quest'ultime. Ognuno ha i suoi problemi, non mi sembra giusto mescolarli... semplicemente mi fa stare molto male. E comunque si anch'io sono stata una stupida, ma questo non me lo meritavo.
      0
      Rispondi a Ary Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (24 marzo 2018 22:11)

      Di sicuro lui avrà valutato bene se te lo meritavi o no. Certo.
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ary

      Ary 5 mesi fa (24 marzo 2018 22:16)

      ovviamente no, grazie comunque della risposta
      0
      Rispondi a Ary Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 5 mesi fa (25 marzo 2018 12:46)

      Sei ancora in relazione con lui, nel fare/non fare questo o quello. Cioè agisci per influenzare il suo comportamento. Non è il modo per uscirne, devi centrarti su quello che sei e che vuoi tu, poi “chi ti ama, ti segua”. Cioè chi ama te per quel che sei, non per quel che mostri di essere in modo che lui pensi-che e che quindi agisca-come-desideri.
      1
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo