Domande da fare a un uomo: essere attraente senza essere invadente

domande da fare a un ragazzoSai quali sono le domande da fare a un ragazzo o a un uomo che ti interessa?

Soprattutto sai perché è importante sapere fare delle domande (giuste) alle persone con le quali vogliamo instaurare una relazione?

Molto semplice: facendo domande si possono avere delle risposte (è una possibilità, non una garanzia), facendo delle domande e ottenendo delle risposte (o non ottenendole) si possono raccogliere informazioni importanti e le domande aiutano a suscitare interesse e a mantenerlo alto e ad aprire e a proseguire una conversazione.

"Mi dispiace, le mie risposte sono limitate. Devi farmi le domande giuste. Io, Robot"

Ma se si sparano domande a raffica, senza ascoltare le risposte, il respiro e il tono di voce dell’interlocutore e senza guardarlo con interesse e affetto, senza considerare il suo linguaggio del corpo, si fa la figura del vigile inetto che ha voglia di darti una multa, ma non sa nemmeno lui perché.

Perché considera attentamente che le domande ci permettono di conoscere l’altro e magari di spingerlo a scoprirsi (o di spingerlo a proteggersi), ma mettono anche noi stessi allo scoperto.

Attraverso quello che chiedi e nel modo in cui lo chiedi, dici molto di te, di quello che pensi e di quello che vuoi.

Le domande giuste aiutano a raccogliere le informazioni più utili, le domande interessanti permettono di rendersi interessanti e di rimanere impressi nella memoria delle altre persone, le domande garbate, amorevoli e genuinamente curiose permettono di far sentire gli altri al centro dell’attenzione, coccolati, perfino amati.

Ecco perché è importante sapere qual è il genere di domande da fare a un ragazzo.

E non è che si può andare a caso o seguire il proprio istinto, cioè la propria curiosità: altrimenti si rischia di risultare indiscrete (rompiscatole), invadenti, impiccione. Come certe suocere odiose e odiatissime. E se una domanda opportuna avvicina, una domanda inopportuna può allontanare per sempre.

Inoltre è importante considerare che ci sono domande opportune in certi momenti e contesti e totalmente inopportune in determinati altri.

Quando si tratta di domande giuste da fare a un uomo o al proprio partner (ma anche ai propri figli e ai propri collaboratori) bisogna considerare oltre che momento e contesto, il proprio livello di confidenza e di intimità con quella persona, a che punto di evoluzione è il rapporto e anche lo stato d’animo e il carattere di chi si ha di fronte.

"Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno. Pablo Neruda"

Tutto troppo complicato? No, è solo apparenza. In realtà c’è una soluzione a ogni impedimento.

Se la persona non la si conosce per niente, bisogna farsene un’idea attraverso l’osservazione, cioè attraverso quella che si chiama “lettura a freddo”: appare stanca o riposata? Triste o allegra? Preoccupata o rilassata? E’ vestita in modo casual o formale? Questo ultimo esempio dice molto della sua professione o di quel che ha fatto o si appresta a fare a breve termine. Considera tutto di lui, quando sei di fronte a un uomo che ti piace. E anche quando sei di fronte a qualcuno che non ti piace.

E se questa persona non la vedi, dato che, come usa molto di questi tempi, hai con lei solo contatti virtuali? Quali sono le domande da fare a una persona per conoscerla meglio in chat?

Oh cielo, quante domande sulle domande! ;) L’avresti mai detto?

Hai notato che io spesso faccio domande, nei miei articoli? Le faccio apposta, mica a caso, ecco.

Ah, importante: domande o risposte, ricordati di sorridere, sempre. Se è un sorriso di puro piacere, funziona per certo. Se è sarcastico, funziona lo stesso.

Domande da fare a un ragazzo: all’inizio ironia e originalità

Nel suo libro “59 secondi”, lo psicologo Richard Wiseman racconta di un suo esperimento condotto insieme a sue due colleghi studiosi. Le “cavie” erano  50 donne e 50 uomini che partecipavano a uno speed dating.

Per chi non lo sapesse (perché troppo concentrata a chattare su Tinder, Meetic, Facebook and co.) lo speed dating è un evento organizzato (dal vivo! In un locale vero! Faccia a faccia!) al quale partecipano uomini e donne in ugual numero.

Uomini e donne che a rotazione prendono contatto gli uni con le altre (tutti con tutte) per un tempo molto limitato. Dai 3 ai 5 minuti, ogni coppia ha modo di scambiare quattro chiacchiere e poi di decidere se approfondire la conoscenza.

Accidenti! E che domande si possono fare, per far colpo, in un momento del genere, stile interrogazione a sorpresa, con un completo sconosciuto, in mezzo a tanta gente, con poco tempo a disposizione e dove il problema appunto non sono le risposte da dare, ma ancor prima le domande da fare, per evitare di fare scena muta ed essere scartate, soprattutto se il tipo che si ha di fronte sembra interessante?

Secondo la ricerca dei nostri scienziati psicologi, coloro che hanno “rimorchiato” meno di tutti sono stati quelli che hanno fatto la domanda trita e ritrita del tipo: “Vieni qui spesso?” (Che poi, oddio, a uno speed dating fa anche un po’ effetto…) o che hanno cercato in tutti i modi di vantarsi dei propri successi accademici o professionali.

I più rchiesti sono stati coloro che hanno fatto più domande che dichiarazioni e affermazioni e, tra gli uomini, sono stati quelli che alla propria speed dating partner hanno rivolto domande del tipo: “Se tu fossi un personaggio di “Grey’s Anatomy”, chi saresti?” E tra le donne hanno spopolato quelle che hanno fatto domande del tipo: “Se tu fossi un ingrediente speciale extra da aggiungere alla pizza per una persona alla quale vuoi bene, che cosa sceglieresti di essere?”

Con i “se” non si fa la storia, ma i “se” contribuiscono a far iniziare delle storie, sembra.

E la spiegazione che Wiseman dà del successo di queste domande un po’ strampalate, un po’ infantili è che hanno letteralmente “stupito” e “sorpreso” gli interlocutori rispetto alle consuete: “Che fai di bello nella vita?” “Dove vai il sabato sera?” “Che programmi hai per le vacanze?” (Che noia terrificante, in effetti…)

Ecco, queste sono il genere di domande da fare a un ragazzo quando si vuole rompere il ghiaccio, iniziare una conversazione, distinguersi dalla “massa dei tutti uguali”.

“Se fossi un personaggio dei tuoi cartoni animati preferiti da bambino, chi vorresti essere?”

E poi, che si fa? Come si procede?

Le domande giuste, piano piano, un passo alla volta

Quando ci si comincia a frequentare la conoscenza si approfondisce (si spera) con il tempo e la consuetudine e anche in questo caso le domande giuste permettono di conoscersi meglio, al ritmo giusto.

Sono l’olio negli ingranaggi della conoscenza reciproca.

Come si fa a entrare sempre più in confidenza e poi in intimità? Quali sono le domande da fare a un ragazzo in questo caso? Pensaci un po’ e metti in moto la tua curiosità. Ma non lo stesso genere di curiosità che ti spinge ad analizzare minuziosamente il suo profilo Facebook.

Credo ti interessi sapere quali sono i suoi gusti, giusto?. Usa un approccio graduale, magari cominciando a rivelare i tuoi, di gusti e delicatamente informandoti dei suoi senza giudicare.

Le domande possono essere fatte in maniera indiretta.

Un esempio? “Ieri ho sentito la mia amica Anastasia. Va matta per lo sci…” La conversazione potrebbe continuare in modo “spontaneo e naturale” tanto che lui potrebbe dirti se ama lo sci.

“Ah, ti piace lo sci. Quindi ti piace la montagna d’inverno. E’ così? E d’estate?” E qui potresti scoprire se preferisce il mare o la montagna. Ma non glielo chiedi. Glielo fai dire. Lo farà sentire molto più figo e in controllo.

Potresti chiedergli anche se gli piace di più stare in Italia o andare all’estero e se è stato in un paese straniero più lontano della Svizzera, di Malta o di San Marino e potresti anche chiedergli se gli piace viaggiare e in che modo. “Comodo o all’avventura?”

“All’avventura? Allora sei un tipo sportivo? Quali sport? Perché? Per svago o per competizione?”

“Allora sei un tipo competitivo, accidenti.”

E sui viaggi, senza andare mai sul personale e comunque riuscendo andare nel profondo, le domande giuste da fare a un uomo potrebbero essere: “Sei stato in Francia? Ti piace la cucina francese?”

Se uno viaggia, se gli piace assaggiare cibi vari ed è competitivo, probabilmente non è un tipo molto casalingo. Non è uno passivo, uno statico. Probabilmente.

Anche a questo potresti arrivare per deduzione, dato che una domanda tira l’altra e una risposta porta a un’altra risposta…

Tieni conto che ci sono anche le domande che permettono agli uomini di parlare di sé (cosa che adorano fare) e mostrare quanto sono bravi, belli e forti.

“Quali sono i tuoi hobby?”

Questo ti permette di capire che cosa può interessarlo. Se ti dice la vela, puoi dedurre che forse è interessato alle barche e preferirebbe un giro in un cantiere piuttosto che a una mostra di antiquariato.

“Il modello di uomo – personaggio reale, eroe di fantasia, sportivo – che ammiri di più?”

Rispondendoti ti darà preziose informazioni sui suoi valori, obiettivi, ambizioni. Se gli piace Rambo, probabilmente o non ambisce a una relazione romantica oppure – paradosso – è un gran romanticone che per farsi coraggio sogna di essere un combattente senza macchia e senza paura.

Sulla scia di queste domande puoi anche chiedergli che cosa gli piace leggere (se va oltre Tex potresti scoprire con un certo stupore che sa anche leggere), quale è il suo film preferito o il suo autore preferito.

Magari potresti arrischiarti a fargli domande su attività ormai super elitarie, per vecchi riconiglioti o giovani sfigatoni con gli occhiali e le lenti spesse (ma esistono ancora?): ama i classici? Il teatro? La poesia? (Quella vera, non le frasette di Alda Merini tagliate, violentate e ricucite per essere messe su Facebook).

"Le domande non sono mai indiscrete. Lo sono, talvolta, le risposte. Oscar Wilde"

Queste, tra l’altro, sono tutte domande che puoi benissimo fargli anche in chat. Se ti piacciono gli amori da chat quelli in cui non ci si conosce, non ci si guarda e non ci si tocca. De gustibus.

Domande: se vuoi andare più in profondità

come conversare piacevolmente con un uomoVuoi sapere qualcosa di più di lui, riguardo il suo passato e le sue ex?

Fagli una domanda apparentemente innocente e spiritosa come: “Quando, dove e a chi hai dato il tuo primo bacio?”

Se abbocca ed è in vena ti racconterà tutto il suo passato sentimentale (come può ricordarselo e se lo ricorda un uomo e come può raccontarlo secondo le proprie capacità e sensibilità), sennò vi farete una risata e stop.

Anche perché tu non sarai assillante con le tue domande, vero? E sarai sempre, sempre, sempre sorridente.

Ci spingiamo oltre? Bene. Chiedigli: “Che cosa ti colpisce come prima cosa in una donna che ti piace?”

Potrebbe essere l’opportunità per spingerlo ad aprirsi a dichiarazioni che ti riguardano

E sai bene che se ti risponde: “Lo sguardo” non solo sta mentendo, ma forse di te gli interessa qualcosa di materiale più che di emotivo e di spirituale

“Secondo te, quando un uomo e una donna cominciano a essere una coppia per davvero?”

Se sei abbastanza astuta e sai cogliere momento e contesto (non troppo sdolcinato, non troppo serio, non troppo scherzoso) puoi capire che cosa sta pensando di te in relazione a lui. A voi due, appunto.

“Che cosa secondo te è davvero romantico?”

Potresti scoprire che per lui il massimo del romanticismo è una ciaspolata con te, sotto la neve e nella nebbia e poi polenta taragna e salsiccia in rifugio.

Questo è il rischio che puoi correre ponendo certe domande a un uomo. Queste sono le agghiaccianti scoperte che puoi fare, ma almeno le faresti prima di trovarti congelata sotto la neve con le ciaspole ai piedi.

Proprio tu che speravi volesse portarti (a sorpresa) a Parigi per un week-end in grand hotel a ostriche e champagne.

Se ti senti molto disinvolta e in vena di ironia e autoironia a un certo punto potrai chiedergli: “Ehi, ma non è che per caso hai voglia di vedermi più spesso?”

Questo, tra il serio e il faceto, dovrebbe fargli capire che sei davvero interessata ad approfondire e che lui, se vuole, deve rompere gli indugi e darsi una svegliata.

Non avrebbe più scuse sul fatto di non essere stato abbastanza incoraggiato o sul non essere sicuro di qual è la tua posizione

Eh, su, mandiamola avanti questa storia, perbacco!

"Perché non vieni su qualche volta da me? – Lady Lou, Lady Lou – La donna fatale"

Se pensi sia un tipo intuitivo (non possiamo escluderlo, anche se è un uomo, c’è sempre l’eccezione che conferma la regola) e hai certe suggestioni che ti ronzano in testa per il dopocena puoi chiedergli, secondo l’ispirazione del momento:

Stai pensando anche tu quello che penso io?”

“Indovina un po’ a che cosa sto pensando?”

“A che cosa stai pensando? Dimmi la verità…”

Vuoi essere ancora più diretta e anche più spiritosa?

“Il mio intuito mi dice che hai voglia di abbracciarmi e baciarmi. Ho indovinato?”

“Non è che per caso hai voglia di coccole? ”

"Facciamo un gioco? – Il computer, War Games – Giochi di Guerra"

Beh, come ti senti dopo questa carrellata di domande e di idee? Hai paura? Ti senti intimidita o ti senti ispirata?

Anche in questi caso si tratta di allenamento, anche in questo caso di allenamento passo passo. Stampati questo articolo ed esercitati mentalmente immaginandoti mentre fai queste domande e fatti venire altre idee, anche.

Diventare più disinvolta è possibile, distinguendosi dalla massa, usando l’autoironia nella vita di tutti i giorni e tanta gentilezza con gli altri.

Esercitati con persone che non suscitano il tuo interesse travolgente, con conoscenti e amiche.

Osa. Non avere paura.

Lasciami i tuoi commenti, le tue idee e i tuoi spunti su quali domande fare a un ragazzo o a un uomo che ti interessano.

Lascia un Commento!

22 Commenti

  1. Avatar di Eleonora

    Eleonora 6 mesi fa (6 febbraio 2017 1:16)

    Bah.... Io non faccio testo(mai fatto domande):attendo sia l'altro a rivelarsi. E quando ho trovato il mio attuale e prossimo marito....ha fatto tutto lui...perché cercava me. Nonostante 1000paranoie mie...
    1
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  2. Avatar di PAMELA

    PAMELA 6 mesi fa (6 febbraio 2017 8:37)

    Buon inizio settimana, Ilaria ennesimo articolo perfetto davvero. Hai perfettamente ragione, io spesso per hobby seguo gli speed dates e confermo la casistica di insuccessi causati da domande banali e noiose. Invece per mia esperienza personale confermo ancora che proprio le domande piu' spiazzanti e magarui ironiche funzionano tantissimo. Pensa che una domanda creativa una volta fece davvero effetto come: usi il dentifricio o preferisci il colluttorio? Stamattina sono partita in leggerezza, buona continuazione a tutte
    2
    Rispondi a PAMELA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Giuseppina

    Giuseppina 6 mesi fa (6 febbraio 2017 13:46)

    Ciao Ilaria 😊, questo è l articolo che per ora preferisco ( senza togliere nulla agli altri che ho letto )e sai perché? ci sono esempi concreti, frasi e comportamenti da memorizzare per diventare personali😊 finalmente!!! Grazie
    1
    Rispondi a Giuseppina Commenta l’articolo

  4. Avatar di anna

    anna 6 mesi fa (6 febbraio 2017 20:34)

    Cara Ilaria ormai è da tempo che seguo i tuoi consigli perchè sono davvero preziosi, ma c'è una cosa che ormai assilla il mio cervello e non faccio altro che pensarci anche se mi sforzo di non farlo. Sono fidanzata con un ragazzo da tre anni che agli occhi di tutti siamo una coppia perfetta, lui anche in pubblico è affettuoso nei miei riguardi, a parte il fatto di essere una persona impulsiva e quindi si arrabbia facilmente, ma che comunque riesce dopo poco a ritornare sereno. Purtroppo lui però visita il profilo facebook della sua ex che ha tra i contatti, e lo fa anche più volte al giorno, la quale convive con un altro ragazzo, e dato che sono stati colleghi di lavoro,qualche volta si sono anche messaggiati per parlare di lavoro, ma lui di persona questa cosa non me l'ha mai detta. Per me non ci sono problemi se si parla di lavoro, ovviamente sarei più contenta se me lo dicesse. Vorrei capire se il fatto di spiare il profilo dell'ex sia una semplice curiosità, dato che lui è molto curioso e spesso fa anche cose senza pensarci, o lo fa perchè non l'ha ancora dimenticata. Sono davvero in pensiero e non so cosa fare. Ti prego di darmi un consiglio
    -5
    Rispondi a anna Commenta l’articolo

  5. Avatar di enry

    enry 6 mesi fa (6 febbraio 2017 21:12)

    Post eccellente che fa venire voglia di prendere carta e penna e buttar giù tutta una serie di domande (e risposte) da fare e da farsi, per conoscere meglio l'altro, ma prima ancora per conoscere meglio se stessi. Ottimo spunto per iniziare un percorso di crescita personale.
    0
    Rispondi a enry Commenta l’articolo

  6. Avatar di Oriana

    Oriana 6 mesi fa (6 febbraio 2017 21:12)

    Prima domanda: cosa e una "ciaspolata"? Articolo molto carino e arriva al centro del problema "conversazioni" ma avrei da ridire sulle domande proposte per il contesto piu hot...o.meglio...per arrivare ad un contesto hot. Io non credo che quelle domande suscitano qualcosa nell'uomo. ..anzi, penso che domande come "indovina che sto pensando" "scommetto che vuoi abbracciarmi"....insomma ...sembrano le domande di una sfigata. Ad un uomo per invitarlo su avrei più detto "...e se ti chiedessi fi salire da me stasera?" Ecco...la trovo molto eccitante questa domanda. personalmente non ho problemi a chiacchierare con un uomo...ne ho solo se mi sento sotto osservazione. ..avete presente quegli uomini che la prima cosa che ti dicono "a me piace la donna che mi stimola mentalmente, che sia profonda...ecc" be...in quel preciso momento divento una bimba dell'asilo e riesco a parlare solo di tv e rossetti. Insomma...un uomo che ti stressa cerebralmente e sfiancante; mi verrebbe da dirgli "fidanzati con un macintosh" per il resto mi trovo con te....ma sono del parere che ad uomo per conquistarlo lo devi lasciar parlare..a ruota libera poi escono i segreti piu indecenti. ..perche un uomo si sente al sicuro quando lo show man è lui.
    -5
    Rispondi a Oriana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (6 febbraio 2017 21:50)

      Mi sa che "ciaspolata" ti ha stressato cerebralmente dato che non hai fatto nemmeno lo sforzo di andare su Google a cercare, cosa che forse è da sfigati ;)... Me lo conferma il fatto che credi che un uomo che dice: “a me piace la donna che mi stimola mentalmente, che sia profonda…ecc” sappia quello che dice e non sia semplicemente un analfabeta funzionale al quale viene meglio guardarti il cleavage ripetendo una vecchia scemenza machista, e cioè che sembri intelligente qualcuno che richiede a qualcun altro di stimolarlo mentalmente. Se hai una mente viva, non hai bisogno di nessuno stimolo. E non hai bisogno di fare lo show man. Come se sei una donna che ha stima di sé non hai bisogno di far sentire un uomo al sicuro permettendogli di fare lo show man e mettendosi tu stessa in ombra. Ma son concetti complessi, me ne rendo conto...
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di Pincolllo

    Pincolllo 6 mesi fa (6 febbraio 2017 11:33)

    Ciao a tutti .. ogni situazione è sempre a sè, ma in generale sono d'accordo solo sul sorriso.Di solito sono d'accordo con Ilaria sulle dinamiche psicologiche,ma questa è seduzione .La donna deve solo scegliere ,quindi io consiglierei ad un'amica che sia lui a convincerla seè interessato.Il maschio è semplice ,funziona abc : mi piace,non mi piace. Se piaci puoi anche dire cacca pupù ,se non piaci non c è nessuna frase che tenga. Poi ovviamente se piaci e fai buona impressione è certamente meglio che tu dica cose che non facciano cascare le braccia ,ma il succo è questo. Quindi rilassatevi e lasciate fare che tra l'altro a l'uomo piace cacciare e avere l'illusione di aver scelto lui :-)
    0
    Rispondi a Pincolllo Commenta l’articolo

    • Avatar di Oriana

      Oriana 6 mesi fa (6 febbraio 2017 21:20)

      Ahahahahaah cacca pupù ahahahah sto morendo!! Comunque hai ragione. ..e vero!! Ad un uomo se piaci ingoia anche le umilianti gaff pubbliche. ..ma.se non gli piaci...nemmeno se sei Marylin Monroe faresti breccia. La seduzione e una roulette.....a caso. A volte quando pensi di avere un tipo di persona in mente...poi ti innamori di ciò Che non avresti mai immaginato.
      0
      Rispondi a Oriana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (6 febbraio 2017 21:52)

      Riflessione intensa.
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Serena

      Serena 6 mesi fa (7 febbraio 2017 1:11)

      Riflessione profonda come il mare, direi... :-D Nel frattempo un vecchissimo Zingarelli ha tentato il suicidio gettandosi dal ripiano più alto della mia libreria...
      6
      Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  8. Avatar di carla

    carla 6 mesi fa (7 febbraio 2017 11:39)

    Ciao a tutti io vorrei fare una domanda (forse da Alice nel paese delle meraviglie).Ho una corrispondenza di video e messaggi con foto divertenti (che mi fanno morire dal ridere )con un uomo che avevo visto una volta ,tramite un amico comune, in un locale.Lui mi fa' davvero ridere,ma non so niente di lui.nel suo profilo, che ora e' scomparso ,perche' mi ha raccontato, lo ha chiuso.non aveva foto con ragazze o donne (personali),solo articoli frasi divertenti ironia in genere ,animali.Ci scriviamo ma in un modo molto superficiale,come faccio a chiedergli se e' impegnato,fidanzato,oinnamorato?in effetti non lo so.l'ho genericamente invitato a berci un rabosello insieme un giorno....lui mi ha risposto "certamente".fine dell'accordo.si fa' sentire sempre con cose divertenti e basta io vorrei chiedergli se e' impegnato( cosi' lo lascio subito perdere),ma ho paura di sembrare invadente e gia' con dei progetti...lo so sembra un commento da 15enne invece ne abbiamo piu' di 40 e sicuramente lui dev'essere gia' separato come me...mi e' spesso capitato con conoscenti( e senza veramente secondi fini) che facendo delle domande dirette .ti guardano come per dirti "Sono fatti miei." alla qual cosa ci rimango male e penso subito ma che str....., chi si crede d'essere,e mi passa qualsiasi interesse. Alla fine mi sembra di avere il diritto di essere informata se sto chattando con uno impegnato,cosi'vedo se darci un taglio ma vorrei farlo in modo simpatico e indolore. ciao e grazie P.s. l'amico in comune non lo sento piu'perche' abbiamo litigato..lui aveva troppe mire su di me e mi faceva terra bruciata intornopercio' non posso chiedere alui...
    -9
    Rispondi a carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 6 mesi fa (7 febbraio 2017 21:14)

      Carla, finché tra te e lui resta cazzeggio da adolescenti attardati nello scambio di video e foto buffe puo' anche andare per svagarsi durante la pausa caffé, ma costruirci un idillio (perdona la franchezza) é tutto fuorché ragionevole.
      10
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di carla

      carla 6 mesi fa (8 febbraio 2017 14:30)

      Ciao Gea in effetti se non mi invita fuori lui io lascio perdere mi son gia' sbilanciata abbastanza e se lascio perdere non mi interessa piu' sapere se e' impegnato...grazie c.
      1
      Rispondi a carla Commenta l’articolo

  9. Avatar di Monica

    Monica 6 mesi fa (7 febbraio 2017 17:39)

    E quelle sarebbero domande giuste ?? Ahahahaaaa.... Tanto vale dire "provaci dai che ci sto ". Risultato ? Potete ben immaginare. Ha ragione Eleonora , se un uomo vale e sceglie la donna giusta non ha bisogno di essere così esageratamente esortato all azione. Brava Eleonora anche per me è stato così. Un amore che dura da 25 anni ! M.
    5
    Rispondi a Monica Commenta l’articolo

  10. Avatar di Lu

    Lu 6 mesi fa (12 febbraio 2017 21:27)

    Penso che ho davvero molto da imparare :). E tanta voglia di farlo :). La donna che descrivi in questo articolo, secondo me, ha un estremo equilibrio; rispetta i suoi tempi e i tempi dell'uomo che ha di fronte. Mi eserciterò tantissimo perché mi piacerebbe essere più disinvolta non solo con gli uomini, ma con tutte le persone con cui mi relaziono.
    2
    Rispondi a Lu Commenta l’articolo

  11. Avatar di americanlamboard.com

    americanlamboard.com 5 mesi fa (16 febbraio 2017 10:53)

    Cerca di essere disinvolta. Un modo divertente per continuare una conversazione tramite Internet consiste nell'inviare messaggi spiritosi e amichevoli. Riserva i discorsi piu profondi per i momenti in cui vi incontrerete di persona. Nel contesto virtuale e meglio non fare troppe domande personali, a meno che non ti abbia lasciato intendere che si sente a suo agio a chiacchierare in questo modo.
    -1
    Rispondi a americanlamboard.com Commenta l’articolo

    • Avatar di ROCCIA 50

      ROCCIA 50 4 mesi fa (10 aprile 2017 15:46)

      QUELLO CHE HO SBAGLIATO IO, E' CHE NN LE HO DATO LA POSSIBILITA' DI UN SECONDO INCONTRO, MA DOPO LA ROTTURA VOLEVO UN DIALOGO, MENTRE LUI NN SI EPIU FATTO SENTIRE.
      0
      Rispondi a ROCCIA 50 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (10 aprile 2017 16:14)

      Ciao Roccia50, va bene, il mondo è pieno di uomini che per avere la sensazione di valere qualcosa si comportano da seduttori improvvisati e godono nel rispecchiarsi negli occhi di una donna imbambolata dalle loro parole. Allo stesso tempo, consapevoli di questo, bisogna imparare a non cascare agli inganni del primo che passa. Piuttosto che perdere il proprio tempo con persone molto poco ben intenzionate serve di più coltivare se stesse: migliorare la proprie capacità di espressione e di comunicazione, aumentare il proprio autocontrollo e la capacità di distinguere tra buoni e cattivi. Ché, se lasciamo fare tutto agli altri, agli "uomini", non va bene...
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  12. Avatar di ROCCIA 50

    ROCCIA 50 4 mesi fa (10 aprile 2017 15:42)

    E' PROPRIO QUESTO IL PROBLEMA. NON SONO IO IL PROBLEMA, MA LUI. QUANDO UN UOMO SBAGLIA?? QUANDO AL PRIMO APPUNTAMENTO TI PIANIFICA LA TUA VITA. TI SENTI CON LE SPALLE AL MURO. APPARENTEMENTE SEMBRA INTERESSANTISSIMO A TE, PERCHE' FACENDOTI TT QUELLE DOMANDE MIRATE E SICURE, SEMBRA CHE A TE CI TIENE MOLTISSIMO, MA POI QUANDO TU GIUDSTAMENTE, TI SENTICON LE SPALLE AL MURO, SUBITO SPARI QUELLO CHE TI VIENE IN MENTE AL MOMENTO POI.. RIFLETTI, E' IN SECONDA BATTUTA LE DICI, CHE QUEL SUO ATTEGGIAMENTO NN VA'.TU, DONNA PARTI CON LE IDDE CHIARE, LUI TI VEDE SICURA DI SE, MA POI ALLA FINE LUI NN PENSAVA QUELLO CHE INREALTA' PENSAVI TU CON LA TUA SICUREZZA. E' PER NN ESSERE TROPPO INVADENTE, TU DONNA, ALL'INIZIO SPECIALMENTE, TI ACCORGI INVECE CHE QUESTO CORSO DI ILARIA SERVIREBBE DI PIU' ALUI CHE A TE. ROCCIA 50
    -1
    Rispondi a ROCCIA 50 Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 4 mesi fa (10 aprile 2017 18:02)

      Si, ma al primo appuntamento come si fa a dire che uno ti mette con le spalle al muro se manco ci si conosce e si è fondamentale estranei?
      3
      Rispondi a max Commenta l’articolo