Articolo Successivo >>

Come conquistare un uomo che vuole solo portarti a letto

come conquistare un uomo che vuole solo portarti a lettoCome conquistare un uomo che vuole solo portarti a letto?

Aaahh… Intanto tiriamo un sospiro di sollievo. Ci sono ancora uomini che, semplicemente, vogliono portarti a letto!

Perbacco! In mezzo a una massa enorme e indistinta di cialtroni del sesso e dei sentimenti, di corteggiatori e millantatori a tempo indeterminato e di disturbati psycho sessuali  o borderline, meno male che esistono ancora gli “uomini di una volta”, che vogliono fare sesso senza tante discussioni, menate e paturnie.

E, magari, anche, perdipiù, riescono a concludere un rapporto sessuale in tempi ragionevoli, senza metterci né troppo né poco. Evviva!

"In amore il sesso non è tutto; quindi dammela e tieniti il resto. F. Fazio"

Ok, al di là dei dettagli tecnici che sono importanti ma non eleganti, su un sito per signore, la domanda come conquistare un uomo che vuole solo portarti a letto, sorge dal fatto che molte donne, segretamente, nel profondo del proprio cuore, in fondo al proprio inconscio, desiderano conquistare colui che su di loro ha obiettivi di minima, di breve termine, appunto vuole portarsele solo a letto, aggiungere una tacca al proprio fucile o cintura, spassarsela un po’, trovare qualcosa da raccontare agli amici o, addirittura, appagare semplicemente dei propri bisogni immediati.

Diciamocelo: di fronte a un uomo che vuole solo portarti a letto e si comporta con un minimo di galanteria, è simpatico, non sgradevole fisicamente e magari (addirittura, perfino, rinnoviamo lo stupore) conosce quei 2/3 fondamentali per creare delle situazioni decenti, dal punto di vista puramente sessuale, la prospettiva più utile potrebbe essere diversa da quella di volerlo conquistare.

“Ah sì? Tu vuoi solo portarmi a letto? L’idea di per sé, senza voli di fantasia, senza paturnie e senza arzigogolamenti, non mi spiace affatto. Sto al gioco, divento coprotagonista e non mi faccio manipolare da te come un’oca qualunque. Vedo di divertirmi più che posso, io che ho una gran bella vita, oltre a te, senza di te e lontano da te, ma tu puoi essere un intermezzo divertente.”

E invece no, accidenti!

Come conquistare un uomo che vuole solo portarti a letto: i molti perché

Capita invece che molte donne “sentono” che quell’uomo che vuole solo portarle a letto, lo devono conquistare, devono farlo innamorare, devono trasformarlo nel fidanzato perfetto, nell’uomo della loro vita. Aaargh!

Ma perché?

Ci sono molti perché. Una donna che vuole conquistare questo tipo d’uomo ha molte ragioni.

1. È ansiosa  di avere un partner e quindi investe tutto su chiunque le passi a tiro

2. Non concepisce o non vuole concepire che un un uomo che sbava così per lei quando sono in intimità fisica non possa provare amore assoluto per lei.

E invece può non provare proprio niente, eccome. L’eccitazione e l’erezione non sono amore.

3. A causa di convinzioni ancestrali, non può pensare di se stessa di essere una donna che si concede senza amore reciproco. Per cui, per giustificare il proprio trasporto verso uno che la vuole solo portare a letto, si inventa sentimenti che non ci sono, per non sentirsi una poco di buono.

NOTA IMPORTANTE: se vai a letto con un uomo solo per fare sesso NON sei una poco di buono. Sei solo una donna normale. Se ti fai delle paturnie per questo, sei invece masochista!

"L’amore non è che il risultato di un incontro casuale. La gente gli dà troppa importanza. Per questo motivo una buona scopata è tutt’altro che da disprezzare. C. Bukowski"

4. Vorrebbe tanto pensare di essere irresistibile per qualsiasi uomo sulla terra, unica e speciale e non si fa una ragione del fatto che può essere bellissima, intelligentissima e affascinantissima, ma la maggior parte degli uomini continueranno a considerarla solo un buco con qualcosa di morbido da toccare intorno.

5. Vorrebbe mettere in atto una sfida del tipo: Tu vorresti solo portarmi a letto? Ma io con il mio fascino ti intrappolerò!”

6. Come dicevamo prima, vuole “convertire” (le donne hanno la mania di convertire gli uomini) il suo homo sexualis e trasformarlo in homo innamoratus, perché, ahimé, è così, alle donne piace fare le educatrici e tirarsi in casa un barbaro, cafone, gaglioffo per educarlo, civilizzarlo e trasformarlo a propria immagine e somiglianza.

Ora, io non vorrei deludere molte lettrici, ma nel 99,9% dei casi un uomo che vuole solo portarti a letto, ecco, vuole solo portarti a letto, nulla di più.

Non ha retropensieri su di te, ha solo voglia di portarsi a letto qualcuna, una qualsiasi, o magari vuole portarsi a letto proprio te perché c’è qualcosa di te che lo colpisce particolarmente, dalla vita in giù.

Anzi, un uomo che vuole solo portarti a letto non è propriamente un tipo nel quale riporre grandi speranze.

È uno che usa le donne e raramente le considera come persone.

In più, probabilmente non è nemmeno un grande seduttore, ma ha colto una certa apertura dall’altra parte e ha deciso di approfittarsi della situazione.

Ora andiamo oltre queste considerazioni poco romantiche e poco suggestive.

Quando si discute di come  conquistare un uomo che vuole solo portarti a letto, se dimentichiamo il romanticismo, dove andiamo a finire?

Poniamo che tu abbia deciso di portare a termine questa missione particolare e voglia conquistare questo magnifico soggetto forse anche per dargli il benservito dopo aver raggiunto il risultato.

O magari perché nutri la segreta speranza di convolare a (giuste) nozze.

Questo potrebbe in effetti riuscirti in 1 caso su 1 milione, ma non avendo di meglio da fare nella vita, perché non tentare?

Come conquistare un uomo che vuole solo portarti a letto: 6  punti chiave

Ecco allora i punti che devi tenere ben presenti:

1. Valuta le forze e la proporzione tra le forze. Un modo di dire inglese tutt’altro che elegante suggerisce: “Don’t fuck the fucker”,  cioè, non tentare tu, di prenderti gioco di chi si prende gioco degli altri per “mestiere”, di chi è un fuoriclasse nel raggirare gli altri. Almeno che, ovvio, tu sia ancora più brava di lui.

Mi rivolgo in particolare a quelle signore che, sopravvalutando le proprie energie e risorse si illudono di poter mettere in scacco lo stronzo del quartiere.

Mi spiace, non funziona così.

Ci sono uomini che non sono buoni a nulla, ma che dedicano la loro vita a incantare le fanciulle, a fare i seduttori.

Quindi c’è il rischio di incominciare una sfida da sole contro un gigante che vale come un esercito intero, giusto per rendere l’idea.

Se però pensi di avere davvero abbastanza risorse, accomodati.

2. Valuta il livello di coinvolgimento delle due parti. Se tu sei innamorata di lui e lui di te niente, rischi davvero di farti del male.

In qualsiasi rapporto umano o negoziazione la parte più debole è sempre quella che ha qualcosa da perdere o più da perdere.

3. Coltiva il sacro distacco. Questo punto deriva dal punto precedente. Quanto meno te ne frega del tuo aspirante partner di letto, tanta più probabilità hai di conquistarlo. Per cui, durante la tua missione  di conquista, dedicati a più attività possibili, non ultimo e in particolare ad altri uomini.

"L’aspetto che più mi piace dei lupi è che il capo branco può fare sesso con tutte le femmine del branco. J. Nicholson"

4. Gioca, recita, fingi. Ogni volta che vedi, incontri, interagisci con colui che vuole solo portarti a letto, esaspera l’atteggiamento di colei che pende dalle sue labbra. Esaspera a tal punto che non ci siano dubbi sul fatto che sia una presa in giro (benevola), un gioco, una farsa.

Lasciati pure andare a frasi del tipo: “Ogni volta che ti vedo mi aumentano i battiti cardiaci”, “Pensando a te sogno!”, “Non mi sembra vero di poterti parlare”, “Hai uno sguardo magnetico!”, “Perbacco sei davvero in forma!”

Non toccarlo mai, nessun contatto fisico, nessuna confidenza speciale. Parole, parole, parole… solo parole.

5. Tiratela. Tiratela. Non rispondere alle sue telefonate se non al suo terzo o quarto tentativo, non rispondere ai suoi messaggi se non dopo ore. Non cercarlo sui social, non mettere i famigerati “like”. Fai come se non esistesse.

"Conosco un uomo che ha smesso di fumare, di bere, di fare sesso e di mangiare pesante. È rimasto in salute fino a che non si è suicidato. J. Carson"

6. Non andarci a letto. “Ma come no? Se lui me lo chiede?”, “Ma come no? Faccio la figura  della beghina!”, “Ma come no? Poverino, lui, che poi rischia di perdere interesse!”

Eh, sì, invece, non ci devi andare a letto. Questo è quello che lui vuole? Vuole solo quello?

Ebbene, che se la sudi, che se la guadagni.

Perché nella vita moltissime cose sono così difficili da ottenere (un diploma, uno stipendio, un amico vero, un fidanzato onesto) e del sesso con te deve essere così facile?

Alza il prezzo, alza le pretese, alza il tuo valore, insomma.

Lui se ne va perché è uno che vuole solo portarti a letto e vuole tutto e subito se no se ne cerca un’altra, tanto una vale l’altra?

Bene! Che se ne vada!

Non merita certo del sesso con te.

I percorsi che ho creato per te:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

è il primo passo verso la conoscenza di te.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso de I 7 Pilastri dell’Attrazione adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i gradi dell’attrazione “autentica”.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso Come Sedurre un  Uomo senza Stress adesso.

Lascia un Commento!

37 Commenti

  1. Avatar di Francesca

    Francesca 2 settimane fa (6 luglio 2018 7:02)

    Io ho una domanda.. Mettiamo che la storia parta come una soddisfazione di bisogni fisici per entrambi (nel mio caso volevo distrarmi da un altro uomo, e no, non mi sento minimamente in colpa). Mettiamo che ci si accorga che in fondo anche la parte fuori dal letto non sia malaccio. In questo caso é possibile che la storia diventi una storia vera? O la partenza pregiudica necessariamente tutto il resto? E poi un’altra domanda. Ilaria, tu ci insegni a uscire con altri uomini fino a che la relazione che viviamo non é dichiaratamente esclusiva. Fatto, ed hai ragione, ti metti l’animo in pace. Ma poi se é lui a uscire con altre donne diventa una persona da evitare come la peste. Due pesi e due misure? Diciamo che la mia strategia attuale é di non contattarlo e vedere che fa lui, però ci vediamo necessariamente perché la città dove vivo é piccola e con gli amici frequento il posto dove lavora. E la strategia ancora migliore é avere uomini “di riserva” 😂 (concedetemi il termine dai).PS: mentre scrivo il messaggio a voi mi viene da rispondermi da sola “Ma lascialo perdere”. Però dato che ci diamo spunti di riflessione, il post lo lascio lo stesso 😋 Buona giornata a tutte!
    2
    Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 settimane fa (6 luglio 2018 11:06)

      Hai già detto tutto tu: se ti viene da dire "Ma lascialo perdere", lascialo perdere. Due pesi e due misure? Da una parte sì, dall'altra se lui si convince di te e tu di lui, dopo aver esplorato l'esterno, non è tutto meglio? Una storia di sesso può ovviamente diventare una storia "seria" come si dice e, ripeto, è necessario stare attenti all'interlocutore: se è quello che una volta si definiva "puttaniere" è un po' difficile.
      -5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 settimane fa (6 luglio 2018 12:25)

      Mi piace quando le cose vengono chiamate con il proprio nome senza giri di parole e paure dei relativismi vari, e il PUTTANIERE che ti ha dato il downvote lo deve accettare :D
      -3
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 settimane fa (6 luglio 2018 13:23)

      Ma di solito sono relativista e uso giri di parole? Oh, cielo, non mi dire una cosa del genere...
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 settimane fa (6 luglio 2018 15:50)

      Ilaria, prima di conoscerti stavo diventando matta con i vari relativismi, hai presente quando capiti tra persone che non avendo punti di riferimento trovano giustificabile ogni zozzeria? e se tu ritieni che sia anormale ti rispondono " e cos'è la normalità?", roba che nemmeno Maurizio Costanzo nel tentativo di tirare il sangue dalle rape intervistando Pietro Maso, ecco, tu al contrario mi hai ridato coordinate precise, che alla fine sono quelle del buon senso e dell'equilibrio, quelle che non accettano il "tutto vale". Quindi no, non mi riferivo alla tua persona, ma la mia era una critica più generica :)
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo